Home Attualità Viene introdotto il “Congedo mestruale”, ecco di cosa si tratta

Viene introdotto il “Congedo mestruale”, ecco di cosa si tratta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:52
CONDIVIDI

Noi donne sappiamo bene cosa significa la “visita mensile” , quella che in realtà non è gradita proprio a nessuna: il ciclo mestruale. Prepararsi mentalmente a questo avvenimento una volta al mese, in un anno anche due volte al mese, non è sufficiente per allontanare da sé tutti i possibili ed immaginabili disagi, dolori e scompensi ormonali.  Dai crampi alla pancia al mal di schiena, dal seno dolorante ai vari tipi di cefalee, perfino emicranie, sono sintomi della sindrome premestruale che si protraggono anche dopo l’arrivo del ciclo.

Diventa veramente faticoso lavorare in quei giorni. La concentrazione è nettamente ridotta e l’unica cosa che vogliamo è il letto e la borsa d’acqua calda.

Arriva il “Congedo mestruale”!

63654

E’ dall’Inghilterra, precisamente da un’azienda di Bristol, la Coexist, arriva il “Congedo mestruale” sul lavoro, appunto per andare incontro alle donne che soffrono di dismenorrea all’arrivo del ciclo mestruale.

La direttrice Bex Baxter, una donna che ne sa qualcosa del fastidio e dei forti dolori che può causare il ciclo, ha spiegato che l’obiettivo è quello di creare un ambiente lavorativo più felice e più sano. Tante dipendenti vivono quei giorni con imbarazzo e si sentono in colpa ad assentarsi dal lavoro per qualcosa che le mette k.o. una volta al mese, piuttosto tendono a nascondere il loro disagio. E ovviamente, non raggiungono gli obiettivi lavorativi prefissi in quei giorni poiché la produttività è notevolmente ridotta.

Il servizio sanitario britannico ha diffuso alcuni dati interessanti secondo cui il 90% delle donne soffre di dolori mestruali e il 14% è perfino incapace di condurre una qualsiasi attività durante la fase più intensa del dolore.

L’azienda di Bristol, la Coexist, ha intrapreso una politica aziendale per andare incontro alle donne piegate in due dal ciclo mestruale introducendo proprio il “Congedo mestruale”, l’esenzione dal lavoro per le dipendenti costrette ad affrontare i crampi del ciclo mestruale.

Ma il “Congedo mestruale” non è una novità assoluta.  Il provvedimento è stato introdotto per la prima volta in Giappone nel 1947 e successivamente si è diffuso anche in Corea, Filippine, Taiwan e Cina.