Home Salute e Benessere

Un test rivoluzionario per scoprire i tumori

CONDIVIDI

Un test rivoluzionario che cambierà radicalmente il modo di diagnosticare i tumori. Tutti i dettagli di questa incredibile scoperta.

(Thinkstock)
(Thinkstock)

Gli scienziati americani della Università della California di Los Angeles (UCLA) hanno messo a punto un test che rivoluzionerà la diagnosi dei tumori e consentirà di scoprirli con largo anticipo rispetto ai test tradizionali. L’altra grande novità è che si tratta di un test semplicissimo, non invasivo, rapido ed economico. Una vera e propria rivoluzione nella diagnosi precoce.

L’esame consiste nel prelevare poche gocce di saliva, ne basta anche una sola, attraverso quella che viene chiamata ‘biopsia liquida‘. Dopo aver prelevato la saliva, come si fa con un normale test del Dna, il campione viene esaminato e nel giro di pochi minuti, appena 10, è possibile scoprire la presenza di un tumore attraverso i frammenti di Dna tumorale. In pratica è come un test del Dna che rileva però la presenza di cellule tumorali.

Questo test costa appena 20 euro e secondo i ricercatori è affidabile al 100%. E’ stato presentato in questi giorni dal prof. David Wong dell’Università della California di Los Angeles, durante il convegno dell’Associazione americana per l’avanzamento delle scienze (Aaas).

Il test è ancora in fase di sperimentazione e finora ha accertato con una certa sicurezza la presenza del tumore ai polmoni. Questo test potrebbe essere utile soprattutto nella diagnosi precoce del tumore al pancreas, per il quale al momento non ci sono esami che possano diagnosticare il cancro con un certo anticipo.

Il prof. David Wong è arrivato ad ipotizzare perfino la messa a punto di test in grado di scoprire contemporaneamente diversi tipi di tumore. Intanto i ricercatori stanno studiando altri test, biopsie liquide, per rilevare la presenza di cancro dal sangue.

Il nuovo test che accerta la presenza di tumore dalla saliva potrebbe essere disponibile nel Regno Unito nel giro di 4 anni. Se l’efficacia di questo strumento fosse confermata per la diagnosi dei tumori si aprirebbe una nuova era.