Home Attualità

Loris: Veronica Panarello rinviata a giudizio con il rito abbreviato

CONDIVIDI

Veronica Panarello mamma del piccolo Loris Stival è stata rinviata a giudizio per l’omicidio del figlio. La notizia da CheDonna.it.

veronica-panarello-loris-620112-e1418310045567

Alla fine è arrivata la decisione che ci si aspettava: Veronica Panarello, mamma di Loris, il bimbo di 8 anni ucciso e gettato in un canalone il 29 novembre dell’anno scorso a Santa Croce Camerina (Ragusa), è stata rinviata a giudizio.

Il gup di Ragusa, Andrea Reale, ha accolto la richiesta dell’avvocato della donna per il processo con rito abbreviato condizionato a perizia psichiatrica.

Dal canto suo, la Procura di Ragusa ha contestato a Veronica Panarello la premeditazione nell’omicidio di Loris. L’aggravante è stata depositata al gup a Palazzo di giustizia di Ragusa. La contestazione è stata mossa dal procuratore Carmelo Petralia e dal sostituto Marco Rota.

Il piccolo Loris Stival fu trovato cadavere a pochi giorni dalla scomparsa, la mattina di sabato 29 novembre, in un canalone poco fuori dal centro abitato di Santa Croce Camerina. I sospetti degli inquirenti caddero quasi subito sulla madre, la cui versione dei fatti di quella giornata presentò delle contraddizioni e venne poi smentita dalle videocamere di sorveglianza del paese siciliano che ripresero i suoi spostamenti: Veronica disse agli inquirenti che quella mattina di sabato 29 novembre aveva accompagnato Loris a scuola per poi andarlo a riprendere al termine delle lezioni, ma senza trovarlo. Le videocamere di sorveglianza, invece, mostrarono che la donna aveva fatto un tragitto diverso, che non è mai riuscita a spiegare. Solo a distanza di quasi un anno, Veronica ha ammesso di non aver accompagnato il figlio a scuola quella mattina, prima lo ha detto al marito e poi al magistrato. La donna però ha ribadito di non essere stata lei ad uccidere il figlioletto. Al magistrato ha detto che Loris si è strangolato da solo, per un incidente, mentre era a casa con lei. La donna, in preda alla panico e con il timore di non essere creduta, ha raccontato, avrebbe poi gettato il corpo del figlio.