Home Salute e Benessere

Vaccino antinfluenzale anche per i bebè che vanno al nido

CONDIVIDI

In vista dell’influenza di stagione, i pediatri italiani suggeriscono alle mamme di vaccinare i loro bebè già dai sei mesi se vanno all’asilo nido. I dettagli da CheDonna.it.

Vaccinazione bebè (Thinkstock)
Vaccinazione bebè (Thinkstock)

I bambini anche piccoli, a partire dai sei mesi di età, possono essere vaccinati contro l’influenza, anche se non soffrono di malattie croniche, in presenza delle quali il vaccino è fortemente consigliato. Lo suggeriscono i pediatri italiani, secondo i quali il consiglio vale a maggior ragione per quei bambini che frequentano l’asilo nido.

I pediatri assicurano sulla sicurezza del vaccino antinfluenzale anche per i più piccoli, ricordando che con l’immunizzazione si possono prevenire complicanze gravi.

Giovanni Corsello, presidente della Società italiana di pediatria (Sip), ha dichiarato:

“Vaccinare i bimbi, proprio mentre iniziano ad aumentare i casi di influenza ed a fronte di previsioni in crescita con la prossima diminuzione delle temperature, determina un forte vantaggio in termini di prevenzione, se pensiamo all’aumento delle ospedalizzazioni avutosi nel 2014 proprio tra i piccoli che non erano stati vaccinati”.

Gianpietro Chiamenti, presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), ha convenuto:

“Il bambino va protetto, soprattutto quello che frequenta la scuola materna o elementare perché è più esposto, ma vaccinando i piccoli si proteggono anche i soggetti più deboli intorno come anziani o malati. Ovviamente devono invece essere sicuramente immunizzati i bambini con malattie croniche. Il vaccino andrebbe fatto dai sei mesi di vita in poi: è sicuro e può essere proposto tranquillamente”.