Soia: protegge le ossa delle donne in menopausa

Scoperte nuove importanti virtù della soia. I particolari da CheDonna.it nella sezione salute.

Soia (Thinkstock)
Soia (Thinkstock)

La soia oltre ad essere un ottimo alimento per contrastare l’invecchiamento si è rivelato anche un ottimo alleato delle donne per irrobustire le ossa in menopausa. Così risulta da uno studio dell’Università inglese di Hull, condotto su 200 donne nella prima fase della menopausa che sono state sottoposte per 6 mesi ad una dieta ricca di soia. Le donne sono state divise in due gruppi e ad uno di questi sono stati somministrati in aggiunta 66 milligrammi di isoflavoni al giorno. Gli isoflavoni sono dei fitoestrogeni (sostanze id origine vegetale simili agli estrogeni) contenuti principalmente nei semi di soia, nelle lenticchie, nelle fave, nel finocchio e nei cereali integrali.

Le donne sottoposte alla dieta a base di soia hanno fatto registrare bassi livelli nel sangue di un marcatore di debolezza delle ossa. Il fenomeno si è verificato soprattutto le donne che avevano assunto isoflavoni in aggiunta. Questo vuol dire che soia e isoflavoni sono in grado di proteggere le donne in menopausa dal rischio di osteoporosi. Non solo, le donne che avevano assunto isoflavoni in più sono risultate meno esposte anche alle malattie cardiovascolari.

Il professor Thozhukat Sathyapalan, autore principale dello studio, ha spiegato:

“Abbiamo scoperto che le proteine di soia e gli isoflavoni sono un’opzione sicura e efficace per migliorare la salute delle ossa durante la prima fase della menopausa. L’azione della soia sembra simile a quella dei farmaci contro l’osteoporosi“.

Una scoperta importante, che potrebbe rivoluzionare la vita di tante donne e far entrare la cucina asiatica, ricca di soia e isoflavoni, nell’alimentazione di tutti giorni. Non più solo una moda, ma una vera e propria dieta per proteggere la salute.

Lo studio dell’Università di Hull è stato presentato al meeting annuale della Società di endocrinologia, in svolgimento a Edimburgo.

D’ora in avanti per combattere la fragilità ossea e l’osteoporosi, le donne in menopausa potranno aiutarsi non solo con i cibi ricchi di calcio e vitamina D, con l’esposizione al sole e con l’esercizio fisico, ma anche con la soia.