Orrore in India: violentate due bambine piccole

0
3

Una storia mostruosa e raccapricciante che non vorremmo raccontarvi, ma che purtroppo è accaduta. CheDonna.it per la sezione attualità.

Proteste contro gli stupri in India (SAJJAD HUSSAIN/AFP/Getty Images)
Proteste contro gli stupri in India (SAJJAD HUSSAIN/AFP/Getty Images)

Dall’India ci viene una ennesima storia di stupro, ma se possibile ancora più mostruosa e agghiacciante di quelle che abbiamo sentito finora. Venerdì scorso, in due diversi episodi, due bambine sono state violentate a Nuova Delhi. L’età delle piccole vittime fa venire i brividi: una aveva solo due anni e mezzo, l’altra cinque.

Nel primo caso, la piccola di due anni è mezzo è stata rapita mentre si trovava davanti a casa sua, nel quartiere di Nangloi. La bambina è stata presa da due adolescenti che erano a bordo di una motocicletta, violentata e poi abbandonata in un parco dove è stata trovata svenuta e sanguinante.

In un altro quartiere di Nuova Delhi, Anand Vihar, un’altra bambina di 5 anni è stata rapita da un vicino di casa mentre i genitori erano assenti. L’uomo l’ha portata in casa propria dove l’ha violentata insieme a due complici. Quando i vicini di casa hanno visto la bambina che piangeva con gli abiti sporchi di sangue, mentre usciva dalla casa dell’uomo, hanno chiamato la polizia, che ha arrestato i tre stupratori.

Sono stati arrestati anche i due adolescenti che hanno violentato la bambina di due anni e mezzo.

Le due piccole vittime sono state ricoverate in ospedale, dove si trovano in gravi condizioni per le ferite riportate nelle violenze, con profonde lesioni addominali.

Quando si è diffusa la notizia delle mostruose violenze, molte persone sono scese in strada per manifestare contro la cultura dello stupro.