Home Outfit

L’abito da sposa diventa componibile

CONDIVIDI

Se c’è un settore in cui la perfezione non esiste quello è sicuramente il mondo degli abiti da sposa. Non che non ci sia scelta, anzi, forse ce n’è anche troppa, ma per un giorno tanto importante nulla sembra mai ineccepibile.

Non c’è sposa che, in piedi sul palchetto di un atelier, non abbia pronunciato frasi come “la gonna dovrebbe essere più gonfia”, “il corpetto dovrebbe avere un centimetro in più di scollatura”, “il bolerino si può avere in pizzo”, e potremmo proseguire all’infinito. L’abito perfetto è sempre più in là da venire, una sorta di sogno che, per divenire realtà, necessiterebbe di un totale fai da te a base di abbinamenti non esistenti in natura.

Impossibile dunque? Secondo CheDonna.it no.

Schermata 2015-09-16 alle 09.46.31

L’ultima novità dal mondo degli outfit sposa è infatti a dir poco rivoluzionaria. Atelier Emé, con la sua nuova collezione, propone l’abito da sposa componibile.

Abito da sposa componibile: come funziona?

Non pensate al classico spezzato gonna-corpetto, qui parliamo proprio di una sorta di versione 2.0 del classico paper dolls. Ricordate il gioco che da bambine ci permetteva di vestire figurini super stilizzati abbinando abiti scelti tra una sconfinata selezione di gonne, top e chi più ne ha più ne metta? Be’, adesso potete riviverlo in versione abito da sposa.

Cliccando qui vi troverete in un vero e proprio atelier virtuale, un luogo magico in cui, con il supporto di una modella, potrete dare libero sfogo alla fantasia accostando gonne, corpetti, cinture, abiti lunghi, abiti corti e molto altro ancora. Scopo finale? Creare il vostro abito da sposa perfetto.

Le combinazioni sono a dir poco numerose e siamo sicure che, con un po’ di impegno, il vestito dei vostri sogni comparirà come per magia sullo schermo del pc.

Non resterà poi che salvare la foto e i nomi dei pezzi scelti per recarsi poi all’appuntamento in negozio più che preparate.

Che l’abito perfetto si dunque più vicino di quanto pensiamo?