Home Attualità

Veronica Panarello sulla tomba del figlio Loris, scortata dalla polizia

CONDIVIDI

Veronica Panarello, la giovane mamma accusata di aver ucciso il figlio Loris Stival, ha visitato la tomba del bambino scortata da un imponente schieramento di forze dell’ordine.

loris

Il giudice ha concesso a Veronica Panarello il permesso di uscire momentaneamente dal carcere per visitare la tomba del figlio. La storia da CheDonna.it.

Veronica Panarello sulla tomba del figlio

Carabinieri e polizia hanno accompagnato ieri pomeriggio Veronica Panarello al cimitero di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, dove è sepolto il piccolo Loris Stival, il bimbo di 8 anni strangolato e ucciso lo scorso 29 novembre e gettato in un canale di scolo, vicino al piccolo paese siciliano.

La mamma Veronica, 25 anni, è stata accusata dagli investigatori del terribile delitto a seguito di un complesso lavoro di indagini sugli spostamenti della donna in quel tragico giorno, verificati tramite le videocamere di sorveglianza di Santa Croce Camerina. Il racconto della donna alla polizia è apparso subito poco convincente e la donna avrebbe fornito versioni contraddittorie su quello che aveva fatto e dove era andata la mattina in cui il figlio veniva barbaramente ucciso. Veronica denunciò la scomparsa di Loris quando andò a riprenderlo all’uscita da scuola e non lo trovò. Ma il bambino in classe non c’era mai entrato.

Una vicenda complicata e dolorosissima che ha diviso l’Italia tra innocentisti e colpevolisti. La donna si proclama innocente, ma nel frattempo anche la sua famiglia l’ha abbandonata.

Ieri pomeriggio, grazie ad un permesso del Gip di Ragusa, con il parere positivo del procuratore Carmelo Petralia, Veronica Panarello è potuta uscire dal carcere di Agrigento per fare visita alla tomba del figlio. Il giudice le ha vietato contatti con altre persone, eccetto con il suo avvocato e i suoi familiari, i quali però non si sono presentati. A parte i carabinieri e la polizia, l’unico ad accompagnare Veronica è stato il suo avvocato Francesco Villardita, che l’ha sorretta in un momento molto doloroso.

Stando alle indiscrezioni trapelate dalla visita, la donna avrebbe urlato sulla tomba di Loris: “Lo scoprirò chi è stato…”

La donna è rimasta quasi un’ora sulla tomba del figlio, a piangere e parlare sottovoce, ha anche lasciato un mazzo di fiori per il piccolo Loris. Il cimitero è stato blindato dalle forze dell’ordine fin dalla mattina per evitare l’assalto di giornalisti e curiosi.

Veronica Panarello è in carcere dal 9 dicembre scorso, con l’accusa di aver strangolato il figlio con delle fascette.