Home Cultura

MUSICA: “Amadeus – il concerto” con Luca Barbareschi

CONDIVIDI

Luca Barbareschi_©Fabio Lovino

La redazione di CheDonna, per la categoria Musica vi comunica che il Ravello Festival 2015 ha tra i protagonisti di questa stagione, dedicata al tema dell’“InCanto”, anche l’attore Luca Barbareschi che, giovedì 30 luglio, vestirà i panni di Salieri nella riduzione dell’”Amadeus” di Peter Shaffer, firmata e diretta da John Axelrod (Belvedere di Villa Rufolo – ore 21.30 – posto unico 50 euro).

A dirigere l’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli sarà lo stesso Axelrod, che attualmente ricopre il ruolo di Direttore Principale e Direttore Artistico della Real Orquesta Sinfónica di Siviglia e di Direttore Principale Ospite dell’Orchestra Sinfonica “Verdi” di Milano, mentre, il coro del San Carlo sarà condotto dal Maestro Marco Faelli.

Amadeus” – il concerto è un lavoro sospeso tra teatro e musica che offre al pubblico un nuovo format ibrido sfidando la nozione tradizionale di concerto. Lo spettacolo è, infatti, la trasposizione in musica sinfonica dell’omonimo film del 1984 che, grazie alla regia di Milos Forman, ha fatto conoscere il lato umano di Mozart e la sua presunta rivalità con Salieri, meritando i più prestigiosi premi ed entrando a far parte della storia del cinema.

«Ciò che rende Amadeus così efficace non è la caratterizzazione delle figure storiche, non la mera riproposizione della musica di Mozart, ma il fatto che dimostri come la musica sia più grande di ognuno di noi, al punto da consentire a un uomo (per quanto ribelle e apparentemente normale) di ricreare la vera voce di Dio» spiega il direttore d’orchestra John Axelrod «La voce di Dio: è così che Salieri descrive la musica di Mozart. E se, come recitano le scritture, noi siamo creati ad immagine di Dio, allora dobbiamo riconoscerci nella musica di Mozart».

Luca Barbareschi, che non è nuovo al ruolo di Salieri, già interpretato nel 1999 nella versione in prosa di “Amadeus” firmata da Roman Polanski, sarà affiancato in scena da Francesco Bonomo, che interpreterà Mozart, e Dajana Roncione, che sarà Costanza. Come voci soliste invece: Marie – Pierre Roy (soprano), Eva Vogel (mezzosoprano), Alexander Kaimbacher (tenore) e Thomas Tatzl (basso).

Venerdì 31 luglio, invece, l’affascinante violinista olandese Janine Jansen che, nel corso della sua carriera si è esibita con le maggiori orchestre del mondo (dai Berliner Philharmoniker alla London Symphony Orchestra) calcherà per la prima volta il palco del Ravello Festival insieme alla pianista Kathryn Scott (Villa Rufolo – ore 21.45 – posto unico 30 euro).

Janine Jansen non solo si è distinta per il successo di vendite nelle classifiche di musica digitale, ma ha anche ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui quattro Edison Klassiek Awards, tre premi ECHO Klassik, il Preis der Deutschen Schallplattenkritik, NDR Musikpreis e, più recentemente, il Premio Concertgebouw. La celebre violinista ha inoltre vinto la VSCD Klassieke Muziekprijs e il Royal Philharmonic Society Award. Ha suonato sotto la direzione – tra i tanti – di Pappano, Harding, Chailly, Gergiev, Tilson Thomas.

Sul palco del Ravello Festival, le due artiste proporranno un repertorio musicale variegato che include: la Sonata per violino e pianoforte No. 2 in la maggiore Op. 100 di Brahms, la Sonata No. 2 per violino e pianoforte di Bartok, le Romanian Dances di Bartok, la Marche Miniature Viennoise, Liebesleid e Syncopation di Kreisler, la danza Spagnola e la Suite Popolare Spagnola di De Falla.