Elisabetta Canalis parte civile contro Selvaggia Lucarelli

Elisabetta Canalis contro la blogger Selvaggia Lucarelli

Elisabetta Canalis (Monika Fellner/Getty Images)
Elisabetta Canalis (Monika Fellner/Getty Images)

La bella Elisabetta Canalis si è costituita parte civile nel processo contro Selvaggia Lucarelli e altri blogger italiani. CheDonna.it vi spiega perché.

Canalis contro Lucarelli

La famosa blogger Selvaggia Lucarelli, esperta di costume, è stata rinviata a giudizio insieme ai blogger Gianluca Neri, autore di Macchianera, e Guia Soncini, giornalista, per aver spiato alcuni vip entrando abusivamente nel loro account di posta elettronica per carpirne i segreti. La violazione degli account sarebbe stata possibile grazie al basso livello di protezione delle password e all’abilità dei tre blogger con la tecnologia.

Tra le vittime che sarebbero state spiate è emerso subito il nome di Elisabetta Canalis, modella e showgirl televisiva che ha acquistato fama mondiale grazie alla sua relazione con l’attore americano George Clooney. Dagli atti dell’inchiesta sono emersi anche i nomi della conduttrice Paola Perego, del principe Emanuele Filiberto di Savoia, dell’ex calciatore ed ex marito di Simona Ventura Stefano Bettarini, del giornalista Paolo Guzzanti, della showgirl Melita Toniolo, della conduttrice Mara Venier e del regista Paolo Virzì. Ci sarebbero anche nomi del calibro di Scarlett Johansson e Sandra Bullock. Tutti spiati o quasi dai tre blogger. Questo almeno secondo quanto ritengono gli inquirenti.

L’inchiesta è stata condotta dalla sezione reati informatici della Procura generale di Milano e coordinata dal pm Grazia Colacicco. Le indagini sono partite proprio da Elisabetta Canalis che denunciò l’acquisizione illecita delle fotografie della sua festa di compleanno del settembre 2010, che si tenne nella villa di George Clooney, all’epoca in cui due stavano ancora insieme. Le fotografie non erano state rese pubbliche, ma secondo l’accusa i tre blogger avrebbero tentato di venderle dopo essersene impossessati in modo illegittimo. I tre, sempre dagli atti di inchiesta, avrebbero anche tentato di accedere all’account privato di Clooney.

Stando a quando accerterebbero le indagini della Procura di Milano, le foto del compleanno della Canalis sarebbero state trovate dagli inquirenti su due computer di Gianluca Neri e sarebbero state acquisite usando codici e password dell’account della modella Federica Fontana. All’epoca Selvaggia Lucarelli insieme a Gianluca Neri avrebbe cercato di vendere le foto ad Alfonso Signorini, direttore di ‘Chi’, per il prezzo di 120mila euro. Quindi Elisabetta Canalis avrebbe scoperto il furto delle foto avvertita dallo stesso Signorini.

Ora, per essere entrati abusivamente negli account di posta elettronica dei vip ed aver trafugato dati sensibili, uno “scherzo” non da poco, per Selvaggia Lucarelli, Gianluca Neri-Macchianera e Guia Soncini si aprono le porte del tribunale, rinviati a giudizio con citazione diretta. Il dibattimento si è aperto oggi.

All’udienza di oggi Elisabetta Canalis e altri vip, come Mara Venier, Emanuele Filiberto di Savoia e Federica Fontana con il marito Felice Rusconi, hanno chiesto tramite i loro avvocati di potersi costituire parte civile nel processo contro Lucarelli, Neri e Soncini.

Da leggere