Home Attualità

Cellulite, l’incubo della prova costume. La Primavera è la stagione giusta per combatterla

CONDIVIDI

La prova costume prima dell’estate è forse uno dei momenti più “angoscianti” per il gentil sesso: dai rotolini invernali, apparsi per non si sa per quale malefica magia alla sempre e incancellabile cellulite che ristagna proprio là… nei punti più sexy del corpo. Insomma, il countdown per prepararsi alla stagione bikini è partito e nel giro di due mesi vi è un corri corri ai rimedi “lastminute” per tamponare i “difettucci” che proprio non tolleriamo.

 Shay Todd Summer 2007 Collection - Inside

E così anche le belle riviste platinate, i siti e i canali televisivi, per non parlare dei banconi delle farmacie, diffondono messaggi e slogan “confortanti” per prodotti anti cellulite ai quali ricorrere: dalle creme snellenti, riducenti, drenanti ai sieri, passando per cerotti, gel e fanghi anti-cellulite. Una vera e propria grotta di Alì Baba dove tuffarsi senza ritegno.

Leonardo Celleno, cosmetologo dell’Università Cattolica di Roma è stato pertanto interpellato dall’Adnkronos e ha spiegato che sebbene “non esistono dati epidemiologici, almeno una donna su due afferma di avere la cellulite”, che secondo l’esperto si tratta di un termine “che racchiude problemi e inestetismi di tipo, grado e gravità differenti”,

Il problema colpisce anche spesso le giovanissime: “Vediamo casi di ragazzine di 14-15 anni che, dopo la pubertà, presentano oltre alla cellulite anche una tendenza all’eccesso di peluria, all’acne e ad accumulare peso”, sottolinea Celleno, affermando che si tratta di “spie di qualche problema“, per cui suggerisce alle mamme di non minimizzare o trascurare la cosa e di consultare il dermatologo.

L’esperto tiene a sottolineare che neanche un fisico in forma e snello può  “mettere al riparo dalla pelle a buccia d’arancia”. Per correre ai ripari last minute, Celleno sostiene che “la primavera è davvero la stagione giusta per affrontare il problema, ma la strategia più adatta deve essere mirata, e soprattutto abbinare i prodotti anti-cellulite a una dieta sana, varia, ricca di frutta e verdura, liquidi, priva di alimenti troppo salati, e all’attività fisica”. Ovvero: “Basterebbe fare sempre le scale, anziché prendere l’ascensore, e camminare piuttosto che usare l’auto per vedere cambiamenti positivi”, per iniziare a rimediare!

Tra i suggerimenti, viene indicato che “nei casi più semplici o iniziali legati a disturbi del ciclo, inverni sedentari o alimentazione sbagliata, si può optare per snellenti, riducenti e anticellulite che dir si voglia, che sgonfiano, attivano la lipolisi e hanno un’azione drenante. Abbinati a dieta, massaggi e attività fisica, aiuteranno ad affrontare la famigerata prova costume”.

Mentre per i prodotti con i quali si intende attivare sulla tiroide, Celleno tiene a ricordare che si tratta “di farmaci da usare sotto controllo medico, anche se non contengono tanto ormone da influenzare il metabolismo generale. Ma bisogna seguire il consiglio del dermatologo”.

Il cosmetologo spiega che vi è una varietà di prodotti come quelli che “agiscono per osmosi e richiamano i liquidi all’esterno, quelli a base di caffeina che è un potente lipolitico, e quelli con escina dall’azione drenante”. La strategia migliore è dunque quella di rivolgersi ad un esperto in medicina estetica o al dermatologo.

Tra gli altri elementi suggeriti, si rivela utile abbinare agli integratori drenanti anche  prodotti locali: “Nei casi in cui il problema è diffuso o di vecchia data si può optare per trattamenti locali a base di ultrasuoni, radiofrequenza o mesoterapia”.

Insomma, secondo le stime, “i risultati” potrebbero essere garantiti “dopo qualche settimana” e se desiderate potreste anche consultare i rimedi individuati da Chedonna per combattere questo inestetismo che angoscia molte donne a ridosso dell’estate e dal quale non sfuggono neanche le vip!