Home Attualità

Dalla Spagna la toilette pubblica per cani

CONDIVIDI

Spesso camminando sui marciapiedi delle nostre città ci capita di dover fare lo slalom tra gli escrementi lasciati dai cani proprietà di padroni non proprio educati. Anche le macchie di urina, accompagnate dal forte odore che emanano, che imbrattano i muri di palazzi o gli pneumatici delle macchine parcheggiate, sono qualcosa di davvero fastidioso.

C’è chi, in Spagna, ha pensato allora di inventare e testare delle nuove toilette pubbliche per i nostri amici a quattro zampe le quali, in teoria, dovrebbero almeno in parte ovviare a problemi di questo tipo.

 toilet

Per ora sono state installate solamente in un parco

Si tratta di alcune colonnine, per ora installate solamente in un parco del comune di El Vendrell, vicino Tarragona, che permettono, una volta utilizzate dai cani per i loro bisogni, di essere “lavate” grazie ad un getto d’acqua. Al fianco di queste un’altra colonnina per la raccolta delle feci ed in ultima una comune fontanella per permettere ai nostri amici di bere più in “comodità”.

VIDEO NEWSLETTER

Un’idea davvero innovativa questa avuta dal signor Eric Girona il quale, in seguito ad uno studio comportamentale dei cani portati a passeggio, ha potuto nel tempo creare svariati prototipi di questa toilette fino a giungere a quella appunto installata a El Vendrell. In quest’ultima versione il getto d’acqua non pulisce perfettamente la colonnina in quanto, come sappiamo, i cani tendono a fare i propri bisogni lì dove sono in grado di sentire l’odore di altri cani per coprirli con il loro e “marcare” così il territorio.

Chiaramente alla base di tutto ciò rimane l’educazione del padrone dell’animale, che dovrà abituare il suo fedele compagno a “resistere” alla necessità di espletare i suoi bisogni fino al raggiungimento di queste toilette. C’è da dire, inoltre, che una sola postazione non è sufficiente all’interno di un parco, in quanto il cane, soprattutto maschio, ha le necessità di marcare il territorio in più punti. E’ quindi necessario installarne diverse con costi non indifferenti per l’amministrazione pubblica.

Quest’ultimo punto ha, infatti, provocato alcune reazioni contrarie all’idea delle toilette pubbliche per cani: “Quello che è stato speso poteva essere usato per fare una recinzione, per lasciare liberi gli animali  all’interno del parco. I cani non sono giocattoli, che fanno i loro bisogni e poi tornano a casa: hanno bisogno anche di socializzare”.

Di fatto in Europa esistono già dei parchi attrezzati a mo’ di toilette pubbliche, anche se non attrezzate con “strumenti” così sofisticati. Anche in Italia ne esiste uno, nello specifico a Vicenza, dove un’area ad hoc è stata creata alcuni anni fa e all’interno della quale sono stanti installati pali per lui e siepi per lei. Ci sono anche piccole zone munite di sabbia per chi i propri bisogni preferisce ricoprirli (chiaramente stiamo parlando di gatti).

Insomma staremo a vedere se questa invenzione prenderà piede anche altrove. Per ora dovremo continuare a sperare nella buona creanza dei possessori di animali domestici.