Home Attualità

MUSICA: “Dichiaro le latrine patrimonio dell’Unesco” di Nicola Costanti

CONDIVIDI

Foto Nicola CostantiLa redazione di CheDonna, per la categoria Musica, vi informa che  è online il video del brano “Dichiaro le latrine patrimonio dell’Unesco” del cantautore NICOLA COSTANTI che vuole dar voce, attraverso la sua musica, alla protesta contro la costruzione di un “mostro” edilizio nelle immediate vicinanze dell’abbazia di San Galgano (Chiusdino-Siena), gioiello architettonico della campagna senese.

Nel video Nicola Costanti impersona con ironia e sarcasmo un politico “sopra le righe” che dichiara le latrine patrimonio dell’Unesco, disseminandole nei musei, nelle chiese, negli uffici comunali e negli spazi aperti della città. L’intento è quello di rimarcare l’incoerenza dei nostri politici che esprimono dichiarazioni di sensibilità verso la bellezza del patrimonio artistico italiano ma permettono operazioni che lo danneggiano.

«Vorrei calamitare l’attenzione degli italiani sui tanti luoghi d’arte che purtroppo stanno cadendo a pezzi sotto i colpi dell’indifferenza e delle scelte scellerate della classe politica – Spiega Nicola Costanti – Si parla tanto di Pil e di debito pubblico ma non tuteliamo adeguatamente i nostri beni culturali che potrebbero risolvere molti problemi economici. Con la cultura si mangia eccome».

L’equilibrio paesaggistico che circonda la millenaria abbazia di San Galgano, teatro naturale della manifestazione “Sorella Toscana incontra Sorella Africa”, è minacciato dal piano che prevede, non distante, la costruzione di una centrale a biomasse con una ciminiera alta 25 metri. Per fermare questo progetto sono state registrate numerose petizioni popolari e ricorsi al Tar, che si pronuncerà in merito il prossimo 26 marzo.

Nicola Costanti sosterrà la lotta contro il deturpamento dei beni culturali italiani con un tour, “Dalla parte della bellezza”, che prevede un serie di incursioni-concerto in luoghi di particolare interesse artistico da salvare e preservare.

Nicola Costanti nasce a Montalcino di Siena e, giovanissimo, entra a far parte del gruppo rock-progressive Air Speed con il quale suona in tutta Italia. Per ben due volte Costanti viene invitato a partecipare alla Rassegna della Canzone d’Autore del Club Tenco a Sanremo, dove gli vengono conferiti il Premio IMAIE come miglior esordiente (1998) ed il premio SIAE/Club Tenco per miglior autore emergente (2003). Nel 2004 il cantautore viene invitato a esibirsi davanti a Papa Giovanni Paolo II con un estratto dell’opera musicale “Dal basso della terra” e pubblica l’album “Robin Hood si è sposato (e vende la foresta)” (Ala Bianca Records/CGD East West – Warner). Nicola Costanti, inoltre, è anche autore delle colonne sonore dei film “Dove scorre l’Ombrone” (2012), “Le Comiche” (1990) e “Missione Eroica” (1987).

Dal 2008 è direttore artistico di una tre giorni dedicata alla World Music, che si tiene nell’Abbazia di San Galgano (Siena) e che, dal 2011, prende il nome di “Sorella Toscana incontra Sorella Africa” divenendo un gemellaggio musicale, culturale e sociale tra le due realtà. Il ricavato del concerto di chiusura della manifestazione è interamente devoluto ad un progetto di solidarietà in Burkina Faso.