Home Attualità

Forlì-Cesena: chiama il figlio al cellulare per chiedere aiuto, ma muore a causa di un malore

CONDIVIDI

Un storia raccapricciante di una morte in diretta. E’ la tragedia accaduta ad una famiglia di Forlimpopoli, in provincia di Forlì-Cesena, nella quale un padre che ha avvertito un malore ha telefonato al figlio ed è deceduto mentre era al cellulare.

Italian police and an ambulance van leav

Secondo la ricostruzione della vicenda, riportata dall’Ansa, verso le 20h di ieri, un uomo di 55 anni, Michelino Alfano ha chiamato il figlio al quale ha avuto giusto il tempo di dire “Mi sento male“, al quale è seguito un lungo silenzio incolmabile.

Il giovane, facendo a tempo a rispondere al cellulare dopo alcuni squilli, ha avuto appena il tempo di sentire per l’ultima volta la voce del padre. Successivamente, il ragazzo ha provato ininterrottamente a richiamarlo ma senza esito. A tal punto, mentre cominciava a salire l’angoscia e preoccupato dal fatto che non sapesse dov’era il padre, il ragazzo ha chiesto aiuto ai carabinieri. Le ricerche dell’uomo sono scattate immediatamente  e le forze dell’ordine hanno dovuto ricorrere all’individuazione della “cella” che aveva agganciato la telefonata. In tal modo, i carabinieri sono riusciti a scoprire che, al momento della telefonata, l’uomo era nella zona periferica di Pievesestina, alle porte di Cesena. Tanto che i soccorsi e le ricerche dei carabinieri e protezione civile si sono concentrate in quest’area nel raggio di una decina di chilometri.

A notte inoltrata, poco dopo le 2.30, è stato ritrovato il corpo senza vita di Michelino, in una strada sterrata nei pressi di un cementificio. Al momento del ritrovamento, l’uomo era deceduto alcune ore prima.  In base alla tragica ricostruzione del rinvenimento del corpo, l’uomo è stato trovato in una posizione in cui era accasciato a terra, in parte fuori dall’abitacolo della sua auto con la portiera aperta. Una posizione che fa pensare che abbia tentato di uscire dal veicolo quando ha avvertito il malore che in pochi secondi ha stroncato la sua vita.