Home Attualità

Eurispes: 68,3% delle donne italiane lamenta il poco tempo da dedicare a se stesse

CONDIVIDI

Come sempre alla vigilia di una ricorrenza si moltiplicano i sondaggi e le indagini sul tema. In questo caso, in occasione della Festa della Donna sono innumerevoli le notizie al riguardo del “gentil sesso” che spaziano da temi come i sentimenti, l’amore o la famiglia a questioni più sociali come il ruolo della donna nella società, la discriminazione nel mondo del lavoro e la violenza contro le donne.

Employees of EnBW, an EDF subsidiary in

A questo si aggiunge la recente indagine condotta dall’istituto statistico Eurispes condotta su 521 donne dalla quale emerge che le donne italiane lamentano il poco tempo da dedicare a se stesse.

Lavoro e poco tempo a disposizione per le donne

Nella maggior parte dei casi, per circa il 68,3% del campione, le donne lamentano la mancanza di spazi da dedicare a se stesse a causa dei tempi lavorativi e nel 50% dei casi segnalano la difficoltà di far conciliare lavoro e famiglia.  Il 47,7% delle intervistate segnala anche l’assenza di stimoli professionali e nel 41% il carico di lavoro troppo oneroso al quale sono sottoposte.

Per quanto riguarda il riscontro economico, il 51,3% ammette di avere difficoltà ad arrivare alla fine del mese con il proprio stipendio, tanto che un buon 56,3% evidenzia l’impossibilità di fare progetti per il futuro. Per questo, ben una donna su 5 dichiara di avere un doppio lavoro.

Un universo spesso e volentieri dimenticato e penalizzato nel Belpaese e così un’altra percentuale di donne, il 45,1% sarebbe disposta a trasferirsi in un altro Paese, mentre il 67% a cambiare vita soprattutto per accedere a maggiori opportunità di lavoro.

Nuove abitudini delle donne

Per quanto riguarda le abitudini in questo periodo di crisi, molte donne hanno cambiato stile di vita: il 70,1% si reca al discount per fare la spesa e l’87,9% aspetta i saldi per acquistare i vestiti.
Da questo punto di vista, vi è anche un buon 84,1% delle intervistate che preferisce i mercatini e gli outlet mentre un discreto 44% ammette di rivolgersi sempre di più al mercato dell’usato.

Da un punto di vista dell’uso della tecnologia, la donna italiana si rivela molto pratica per cui il 79,8% naviga sul web, di cui il 59,1% ama l’e-commerce. Tuttavia, solo il 49,8% dichiara di controllare il proprio conto bancario online e il 31,5% vi paga le bollette.
Tra i motivi che spingono le donne ad utilizzare internet, il 61,8% delle donne va sui social, tra cui il 94,2% su Facebook, il 41,3% per giocare il 40,5% per conoscere persone nuove oppure nel 73,6% dei casi per chattare mentre l’11,8% frequenta siti di incontri

Insomma un nuovo modo di vivere che tuttavia solleva anche molti interrogativi: infatti, il 41,7% delle donne ha sentito violata la propria privacy su Facebook a causa della pubblicazione da parte di altri di foto in cui era presente.