Home Attualità

In fin di vita la donna investita ieri sulle strisce pedonali in Via Aurelia a Roma

CONDIVIDI

Via_Aurelia_attraversamento_al_civico_111

Ieri martedì 24 febbraio, alle 18.30, Maria Luisa Gorini, 88 anni, è stata investita sulle strisce pedonali di Via Aurelia all’altezza del civico 111.

E’ in coma con numerose fratture, in gravissime condizioni, al Santo Spirito.

E’ stata investita da un’auto il cui conducente ha dichiarato di non aver visto la donna, perché troppo buio, se non all’ultimo grazie all’ombrello di color chiaro.

Infatti, è da anni che i cittadini hanno sollevato con forza la questione al Municipio XVIII, ammonendolo che sarebbe stato ritenuto diretto responsabile di altri eventuali incidenti, dal momento che il tratto di via Aurelia, che parte da Porta Cavalleggeri, fino all’altezza di Via Leone IX, ha due attraversamenti pedonali pericolosissimi, già teatro di incidenti mortali.

A nulla sono valse le proteste degli anni passati, le raccolte di firme e le sollecitazioni alle autorità che gli abitanti della zona hanno promosso negli anni: il Comitato che si è costituito nel 2012 si domanda come mai, nonostante le promesse reiterate da parte del Municipio XVIII, venuto anche a fare i sopralluoghi, non sia stato fatto assolutamente nulla per mettere in sicurezza l’attraversamento.

Nel tempo sono stati richiesti dissuasori della velocità (la totale assenza di semafori fa sì che le auto percorrano ad altissima velocità Via Aurelia), impianti potenziati di illuminazione, lampeggiatori, segnaletica adeguata, insomma, una serie di cose non particolarmente onerose, che avrebbero forse evitato un nuovo gravissimo incidente.