Arriva il bagno unisex contro la discriminazione sessuale

Arriva il bagno unisex contro la discriminazione sessuale. L’ultima tendenza negli Stati Uniti punta al bagno unisex che mira all’abolizione della discriminante toilette distinta per sessi, ovvero quella per le donne e quella per gli uomini. Si apprende che in un quartiere di Los Angeles, per la precisione a West Hollywood, è stata inserita una disposizione di legge con la quale si abolisce ogni “insegna, figura o indicazione per destinare i bagni agli utenti di uno specifico genere”.

los_angeles
Una norma che intende stare al passo con i tempi, sposando le cause sia degli omosessuali che transgender i quali potrebbero essere feriti dall’attuale separazione delle “toilette”.

Dall’entrata in vigore della nuova normativa, i locali di West Hollywood avranno 60 giorni di tempo per adeguarsi e inserire le insegne dei bagni neutrali.

La misura del bagno unisex mira ad andare incontro alle comunità omosessuali locali in quanto spiega l’amministrazione “le restrizioni di genere applicate ai bagni possono essere sgradevoli per quelle persone la cui identità sessuale ricade al di fuori degli scehmi e delle classificazioni tradizionali”.

In altri casi, il problema della discriminazione sessuale attraverso i bagni diventa una vera e propria battaglia etica. Tanto che continua a suscitare polemiche la decisione presa una scuola di Louisville, che consentiva agli studenti transgender di accedere agli spazi in base alla loro identità di genere e non al loro sesso, tra cui appunto gli stessi bagni. A distanza di un anno, il caso fa ancora discutere e a rilanciare il tema è il senatore . C.B. Embry, Jr. che ha voluto promulgare un atto, il Kentucky Student Privacy Act (SB 76),  con il quale costringerebbe tutti gli studenti ad essere identificati con il loro sesso biologico” come indicato dal certificato di nascita e limiterebbe  l’uso dei bagni agli studenti transgender che dovrebbero avere un accesso ai soli bagni unisex o quelli controllati, così come negli spogliatoi o per le docce.  Un vero e proprio grattacapo per i ragazzi, in quanto come riporta un quotidiano locale, l’unico bagno di quel tipo si troverebbe nell’infermeria.