Cinque cose da sapere prima di andare in un ristorante

I diritti dei consumatori sono spesso un argomento sconosciuto a molti. Il campo della ristorazione è uno dei più delicati per quanto riguarda il diritto del consumatore,  il dovere dell’esercente e la qualità del cibo servito.  La verità è che non siamo preparati ad affrontare circostanze in cui difenderci e palesare i nostri diritti sarebbe la normalità.

ristorante

Che donna vuole informarvi su alcune norme che i ristoratori dovrebbero seguire e che i consumatori dovrebbero rispettare. Troppe volte ci siamo ritrovati increduli di fronte ad una ricevuta troppo salata, oppure  compilata su di un semplice foglio di carta. In questi casi è bene essere consci di quali siano i nostri diritti e doveri prima di esporre un reclamo. Altrimenti potremo lasciarci avvolgere dal dubbio e decidere di lasciar correre,  eventualità da non prendere in considerazione. Agiamo a tutela di noi stessi, del nostro denaro e di chi potrebbe trovarsi nelle medesime condizioni.

Diritti del consumatore: cinque cose da sapere prima di entrare in un ristorante

Ecco cinque cose da non dimenticare se ci rechiamo a consumare servizi di ristorazione:

-Il ristoratore è obbligato ad esporre nel locale  il menù con il relativo listino prezzi e a consegnarne una copia al cliente.

-Aggiungere il prezzo di pane e coperto è lecito ma deve essere evidenziato nel listino.

-L’ utilizzo di prodotti surgelati oppure congelati deve essere evidenziato nel menù.

-L’ordinazione eseguita dal cameriere di sala equivale ad un contratto tra consumatore e ristoratore, una volta compilato lo stesso, non sarà possibile uscire dal locale senza aver pagato nulla.

-Se si richiede la fattura al posto della normale ricevuta fiscale, come nel caso di eventi aziendali, l’aggiunta dell’IVA è illegale, in quanto deve essere compresa nei prezzi esposti.

Questo sono alcune delle cose importanti da sapere prima di consumare  presso un locale di ristorazione. Attraverso le varie associazioni per i consumatori potrete informarvi e far difendere i vostri diritti nel caso in cui sorgano controversie tra voi e chi eroga un qualsiasi servizio pubblico.

Da leggere