KATE MOSS: posare a seno nudo la faceva piangere

Kate Moss racconta la vergogna di posare nuda ad appena sedici anni – “Pensare ora di chiedere ad una sedicenne di togliersi vestiti mi risulta davvero strano. Ma il loro tono era del tipo, o lo fai o non ti chiamiamo più per lavorare. E allora mi chiudevo in bagno, piangevo. Poi uscivo e lo facevo”. Così una Kate Moss alle prime armi si preparava ai servizi fotografici che l’avrebbero resa sempre più famosa.

A quanto pare infatti la regina di gossip e passerelle aveva un piccolo problema di pudore che la portava a vivere con grande imbarazzo i photo shoot in topless: per lei si trattava comunque di lavoro e così finiva sempre per piegarsi alle richieste un po’ spinte ma ciò spesso comportava svariate paranoie dato che, come spiega in una intervista a Vanity Fair la stessa Kate Moss,”odiavo il mio seno. Perché ero piatta e avevo un grosso neo”.

Anche le dee come vedete hanno dunque i loro piccoli complessi, a maggior ragione se si tratta di dee di appena sedici anni costrette a posare come mamma le ha fatte davanti ad uno stuolo di parrucchieri, truccatori e chi più ne ha più ne metta. Non stupisce dunque che alla fine qualche piccolo problemino sia spuntato anche nella vita di una ragazza tanto fortunata anzi, ci sembra davvero il minimo.