Home Attualità

VALERIA MARINI: il suo film vietato sotto i 14 anni

CONDIVIDI

VALERIA MARINI, I WANT TO BE A SOLDIER ELETTO DA UNA GIURIA TRA I 7 E I 14 ANNI ORA VIETATO AI MINORI DI 14 ANNI – Capita anche questo nel mondo di oggi: un film che parla di ragazzi vietato ai minori di 14 anni o, ancora peggio, un film che al Festival di Roma vince il premio “Alice nella città” (quello assegnato da una giuria composta da ragazzi tra i 7 e i 14 anni) vietato a persone della stessa età dei giurati. Si tratta di I want to be a soldier, il film del regista Christian Molina con la partecipazione di Valeria Marini, che dovrebbe sbarcare domani (14 Ottobre) nelle sale ma forse gli under 14 non potranno comprare il biglietto: l’immagine della tv che spinge il protagonista a comportamenti sbagliati è considerata troppo forte per i più giovani e così si pensa di vietare il film.

Contro questa decisione si è pronunciata in modo particolarmente deciso proprio Valeria Marini, che ha così spiegato il messaggio ch il film vuole lanciare: “E’ un film di denuncia e intelligente e anche una scommessa vinta come ha dimostrato la vittoria al Festival di Roma, una vittoria decretata proprio dai ragazzi. Comunque non è un film contro la tv, ma piuttosto contro i messaggi che questa può mandare“.

Verrebbe da chiedersi perchè il film suscita tanti problemi proprio in Italia quando, come spiega lo stesso regista,  “in Spagna dove uscirà senza divieto il 19 il film è stato visto in molte scuole con soddisfazione di genitori e professori“. Forse il timore non è di traumatizzare i ragazzi quanto piuttosto di doverci porre domande più grandi su cosa è oggi la televisione.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’ESSERE MAMMA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA BELLEZZA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLE IDEE REGALO CLICCANDO QUI!