Home Che Cultura: Libri, Musica, Cinema e Teatro Cinema e Teatro - Recensioni, date e spettacoli Harry Potter torna sugli schermi

Harry Potter torna sugli schermi

CONDIVIDI

Settimo capitolo della saga più famosa: Harry Potter e i doni della morte


Inizialmente pensato come un unico film e poi diviso in due parti, Harry Potter e i doni della morte – Parte I sarà insieme al suo seguito il capitolo conclusivo della saga fantasy di formazione dedicata al maghetto britannico creato dalla penna di J.K Rowling.

Era l’unico modo per non tagliare parti fondamentali della storia“, ha dichiarato il protagonista Daniel Radcliffe, “Negli altri libri c’erano sottotrame compartimentate che è stato più facile tagliare nella versione cinematografica, anche se per i fan sono stati tagli insopportabili“.

Il produttore del film David Heyman ha dichiarato: “Giuro che siamo arrivati a questa decisione per motivi esclusivamente creativi. A differenza di tutti gli altri episodi qui non si può tagliare nulla. Ne abbiamo parlato con J.K. Rowling e lei è stata d’accordo con noi“. Il regista sarà David Yates per entrambi gli episodi.

Harry Ron ed Hermione sono alla ricerca degli ultimi Horcrux e la loro missione una volta trovati è di distruggerli tutti. Ma non sarà facile perché sono diventati dei ricercati quando i Mangiamorte si sono impadroniti del Ministero della Magia ed hanno emesso una ricompensa di 10,000 galeoni d’oro per chi gli consegnerà Harry Potter, che solo Lord Voldemort ha il diritto di uccidere.
Harry tramite le memorie di Riddle può solo ipotizzare quali siano gli Horcrux ma non ha la minima idea di dove si trovano e non ha i mezzi per distruggerli. Mentre procede la sua ricerca Harry continua ad essere connesso con la mente di Lord Voldemort e scopre che anche lui sta cercando qualcosa, una bacchetta di cui Harry non ha mai sentito parlare e quando Harry comincia ad investigare un po’ scopre una storia misteriosa sui “Doni della Morte”.

In uscita: 19 Novembre 2010

CONDIVIDI
Articolo precedenteVinoForum a Roma
Articolo successivoE tu, ce l’hai un bignami??