Come togliere l’amaro dalla cicoria: ecco i trucchi utili

La cicoria è una verdura benefica per l’organismo ma dal sapore forte: ecco come togliere l’amaro e gustarla al meglio.

La cicoria è una verdura a foglia verde appartenente alla famiglia delle Composite, la stessa di radicchio, carciofi, indivia, insalata belga e tanto altro. Dall’aspetto a ciuffo la cicoria è caratterizzata da un gambo lungo con al culmine una foglia.

Si tratta di una pianta erbacea perenne che nasce con vivaci fiori di colore celeste e appartiene alla famiglia Asteraceae. La cicoria è una verdura estremamente benefica per l’organismo ma molto spesso tanti evitano di acquistarla perché troppo amara.

Scopriamo allora qualche trucco utile per togliere l’amaro dalla cicoria così da poterla gustare al meglio nelle nostre ricette.

LEGGI ANCHE –> I trucchi per eliminare l’odore sgradevole dei broccoli quando si cucinano

Ecco i trucchi per togliere l’amaro dalla cicoria

La cicoria è una verdura ottima da servire come contorno, ad accompagnare piatti a base di carne o pesce ma anche per preparare torte salate. Peccato che molti evitino di cucinarla perché troppo amara.

togliere amaro cicoria
Fonte: Canva

Alzi la mano chi non ha mai desistito dall’acquistare un mazzo di cicoria perché troppo amara? In effetti, proprio come il radicchio (qui trovi i trucchi per togliere l’amaro) anche la cicoria ha un retrogusto piuttosto amarognolo.

Un vero peccato perché la cicoria è invece una di quelle verdure che dovremmo inserire nella nostra dieta perché estremamente benefica. Ricca di vitamine, sali minerali e fibre è ottima per depurare l’organismo. Anzi, è proprio il suo sapore amaro ad apportare dei notevoli benefici.

Addirittura l’acido cicorico è un antibatterico naturale che contrasta anche eventuali infiammazioni alle gengive. Scopriamo allora come fare per togliere l’amaro dalla cicoria e renderla più gradevole. 

1) Bicarbonato. Un valido alleato in cucina, anche in questo caso, il bicarbonato può tornarci utile. Basterà metterne un cucchiaino nell’acqua di cottura e poi una volta cotta la cicoria la strizziamo bene e la utilizziamo come da ricetta. Questo metodo è ideale se siamo di fretta e vogliamo cuocere la nostra cicoria all’ultimo minuto ma non vogliamo consumarla troppo amara.

2) Acqua fredda. In questo caso dobbiamo considerare di iniziare un po’ prima a preparare la cicoria. Dovremo prendere una ciotola e riempirla d’acqua fredda e ghiaccio. Quindi adagiamo la cicoria e la lasciamo in ammollo per circa 2 ore. Trascorso il tempo la strizziamo e la lessiamo.

3) Limone. Questo metodo è una via di mezzo tra quello più veloce e il più lento. In tal caso dovremo lessare la cicoria e poi una volta cotta la immergiamo per circa 30 minuti in acqua fredda e succo di limone. Trascorso il tempo strizziamo bene la verdura e poi la utilizziamo come da ricetta.

4) Patata. Anche questo metodo è abbastanza veloce perché prevede di inserire nella pentola dove andremo a cuocere la cicoria anche una patata. Questa riuscirà ad assorbire l’amaro. Una volta cotta la cicoria strizziamo e usiamo come da ricetta.

LEGGI ANCHE –> Le castagne secondo lo chef Bruno Barbieri: i suoi trucchi per farle perfette

Grazie a questi piccoli ma semplicissimi trucchi potrete finalmente gustare le vostre cicorie senza che siano troppo amare.