Amanda Lear, chi è: età, altezza e il terribile dramma che l’ha segnata per sempre

Amanda Lear chi è? Tutto quello che c’è da sapere tra età, carriera e vita privata

Amanda Lear è una cantante, attrice, modella, scrittrice, pittrice e presentatrice televisiva di 79 anni. Lei sembrerebbe essere nata a Honk Kong da un marinaio britannico in congedo e da una donna asiatica tra il 1939 e il 1946. La data più accreditata della sua nascita è il 18 novembre 1939, infatti lei stessa ha ripetutamente riferito informazioni discordanti su quando è nata, suoi genitori e sulla sua infanzia.

Amanda Lear, pseudonimo di Amanda Tapp, è un’icona della trasgressione dopo aver terminato la scuola elementare si trasferisce a Parigi per studiare all’Académie des beaux-arts (Accademia delle Belli Arti) prima di entrare alla St. Martins School of Art di Londra nel 1964. Bilingue per nascita, parla francese ed inglese, impara presto anche il tedesco, lo spagnolo e l’italiano.

Chi è Amanda Lear? Tutto quello che è importante sapere sulla famosissima artista

Amanda Lear
Foto da Intagram @amanda.lear
  • Nome d’arte: Amanda Lear
  • Data di nascita: 18 novembre 1939
  • Età: 82 anni
  • Segno zodiacale: Scorpione
  • Professione: Attrice, Cantante, Conduttrice televisiva, Modella
  • Luogo di nascita: Hong Kong
  • Altezza: 178 cm
  • Peso: 63 kg
  • Account social: Instagram Facebook Twitter
  • Sito Web: http://www.amandalear.it/

Amanda Lear: vita privata

Amanda Lear
Fonte: Instagram @amanda.lear

Amanda Tapp, nel 1965, incontra Salvador Dalì, famosissimo pittore spagnolo, e diventa la sua musa. Infatti per lui lei posa nuda in due celebri dipinti: Vougé o Vénus aux fourrures. Il loro rapporto, dai due definito “matrimonio spirituale”, dura 16 anni durante i quali Amanda trascorre ogni estate con l’artista e sua moglie. Durante gli anni ‘70 incontra David Bowie e diventa il suo amante. Ed è proprio lui che le fa conoscere e apprezzare la musica, pagandole le lezioni di canto. La loro relazione dura due anni.

Successivamente si sposa, nel 1979, con l’aristocratico francese Alain-Philippe Malagnac d’Argens de Villèle diventando marchesa. Purtroppo nel 2000 scoppia un incendio nella loro villa e suo marito muore a soli 49 anni. Nel 2002 conosce, durante un lavoro per Mediaset, Manuel Casella, i due avranno una relazione che terminerà nel 2008. Nel 2014 ha una relazione con Anthony Hornez, la notizia è su tutti i giornali di gossip e crea molto scalpore perché l’attore ha 30 anni meno di lei. La loro relazione termina presto, infatti l’anno successivo viene paparazzata sulle spiagge di Saint Tropez con Juan Rodrigo e nel nel 2017 con Adriano.

Amanda Lear ed il dramma che l’ha segnata nel profondo

Nel 2000 Amanda Lear ha subito un terribile lutto che ancora oggi non riesce a dimenticare. Si tratta della scomparsa di Alain Philippe Malagnac, produttore discografico nonché suo amato marito.

Tutto è avvenuto in una notte in cui la loro villa in Provenza prese fuoco improvvisamente, portando alla prematura nonché improvvisa scomparsa del compagno. Una tragedia che l’ha colpita nel profondo, portandola, circa un anno dopo a dedicargli un album dal titolo Heart. Un lutto che Amanda ha ammesso di non aver mai superato completamente e che ancora oggi fa parte di lei. In un’intervista fatta qualche anno dopo, aveva infatti ammesso di porsi molte domande su quanto accaduto e su come sarebbero andate le loro vite senza quel tragico incidente.

Uno degli interrogativi che pare si sia posta più spesso riguarda il suo considerarlo l’amore della sua vita. La cantante ha infatti ammesso di essersi fatta aiutare da un terapista per cercare di superare il lutto e di essersi immaginata in futuro con il marito, ragionando sul fatto che forse avrebbero divorziato o forse no. Ma che la sua scomparsa prematura l’ha portata a considerarlo la sua persona speciale. In ogni caso, ma come lei stessa ha appreso dalla terapia, il lutto non è qualcosa che si può combattere ma che va metabolizzato nel tempo, lasciando che la rabbia si trasformi pian piano in accettazione.

Un dato di fatto che negli anni è rimasto indenne. Nonostante le storie e i flirt avuti, Amanda Lear ha infatti dichiarato più volte che nessuno è mai stato importante per lei come Alain Philippe e che la relazione con suo marito è stata di fatto la più importante della sua vita. Una storia d’amore conclusasi all’improvviso, in modo tragico ed inatteso. Cosa che le ha procurato una ferita che, nonostante i tanti sforzi, non è mai riuscita a guarire completamente.

Così, anche se la vita continua e nonostante Amanda Lear sia da sempre una persona forte, questo vuoto improvviso pare sia rimasto tale, tenendola in qualche modo legata al suo amore di sempre. Un amore che probabilmente è destinato a durare per sempre, anche oltre la morte.

Amanda Lear: carriera musicale e televisiva

Amanda Lear inizia la sua carriera come modella presto solo per potersi finanziare da sola i suoi studi d’arte. Nei 1965, Amanda Lear viene individuata e messa sotto contratto da Catherine Harlé, capo di una delle più famose agenzie per modelle d’Europa: il suo primo incarico è per Paco Rabanne. Successivamente viene fotografata da Helmut Newton finendo così su VogueElle ed altre famose riviste. Partecipa a numerose sfilate a Parigi a quelle di Yves Saint Laurent e Coco Chanel mentre a Londra a quelle di Mary QuantOssie Clark e Antony Price. Dal 1967 al 1970 Amanda Lear appare in alcuni film, recitando ruoli minori o facendo delle piccole partecipazioni. Il suo primo ruolo è quello dell’aliena nel film francese Ne jouez pas avec les Martiens, a cui è seguito il film Wonderwall. In seguito abbandona gli studi per dedicarsi alla sua carriera di modella.

Durante gli anni ‘70 incontra David Bowie e questo segna l’inizio del suo percorso nella musica. Grazie a lui infatti incide il suo singolo di esordio Trouble, che non le porta molto successo. Raggiunge la fama con il suo album di esordio I Am a Photograph, un successo in Germania e in Austria. Durante tutti gli anni Settanta Amanda cavalca l’onda del successo con due nuovi dischi, nel 1978 realizza l’album Sweet Revenge e nel 1979 Never Trust a Pretty Face. Successivamente Amanda inizia a dedicarsi alla musica rock e realizza nel 1980 album Diamonds for Breakfast e nel 1981 Incognito. Negli anni Novanta pubblica due album Pop-Rock, Cadavrexquis, nel 1993 e nel 1995 Alter Ego. Da allora non ha mai smesso di fare musica: il suo ultimo album risale al 2006 e si intitola Let Me Entertain You.

Nella sua carriera, la Lear si è cimentata anche nella recitazione e nel doppiaggio. Nel 1993 realizza la serie televisiva Piazza di Spagna e il film Une Femme pour Moi. Nel 2017, gira il film Metti una notte, che vede il suo ritorno sul grande schermo dopo tanto tempo. Nel 2004 doppia la fashion designer Edna Mode nel film Gli incredibili nella versione italiana e francese, ruolo che le viene riconfermato nel 2018 per Gli incredibili 2.

LEGGI ANCHE ->  Amanda Lear si racconta: “Io mascolina? Oggi tutte come me”

Amanda Lear è stata uno dei volti più amati di Mediaset. Punta di diamante di Berlusconi negli anni Ottanta, comincia su Canale5 con Premiatissima accanto a Cecchetto e stravolge la figura della soubrette italiana. La ricordiamo anche ne Il brutto anatroccolo come conduttrice, o nelle vesti di giudice in diversi programmi Rai: Ballando sotto le stelleCiak… si canta!Si può fare! Tale e quale show. Nel 2019 partecipa nelle vesti di giudice a Sanremo Young.

Amanda Lear oggi

Oggi, Amanda Lear continua a condurre la sua vita, curando anche un account Instagram molto seguito. Inoltre ha una vita sentimentale molto viva. Proprio di recente, infatti, pare abbia presentato quella che si dice essere una sua nuova fiamma attraverso i social.