Stomatite come si manifesta e quali sono i rimedi efficaci

0
54

La stomatite colpisce i bambini e non solo, si manifesta con sintomi diversi. Scopriamo quali sono le cause e i rimedi per combatterla

Stomatite Fonte: Istock-Photos

La stomatite è un infiammazione che colpisce la mucosa orale, si può manifestare in forma acuta o cronica, colpisce tutti anche i bambini, quindi in qualsiasi fascia di età. E’ un sintomo molto fastidioso che può interessare solo una parte della mucosa o più parti. Quando la stomatite colpisce gli adulti,  non è contagiosa e può ripresentarsi, un pò come accade per l’herpes, diversi studi hanno dimostrato che all’interno di alcuni nuclei familiari vi può essere una forte predisposizione alle afte e alle ulcere orali. La stomatite può comportare diversi sintomi, le cause dipendono soprattutto dall’abbassamento delle difese immunitarie, scopriamo qualcosa in più a riguardo.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la bellezza, i capelli e le strategie per vivere al meglio la tua vita CLICCA QUI!

Stomatite che cosa è

Stress, IStock

La stomatite è un infiammazione, come già detto colpisce la mucosa orale e può comportare differenti sintomi, tutti localizzati nel cavo orale. I segni della stomatite sono associati ad una sensazione di dolore, che possono essere più o meno dolorosi, molto dipende dall’entità, a volte si può intensificare soprattutto durante i pasti o quando ci si lava  semplicemente i denti. E’ sempre consigliabile chiedere consiglio al medico, per curarla e soprattutto se è recidiva.In questo caso, il medico cercherà di capire quali possono essere glia genti scatenanti, ecco alcuni:

  • intolleranze alimentari
  • allergie
  • carenze nutrizionali: di ferro, di acido folico e di vitamina B3
  • forte stress

L’infiammazione può localizzarsi in specifici posti:

  • all’interno delle guance
  • sul palato
  • sulla lingua
  • sulle gengive
  • sulle labbra.

In casi rari, ma comuni le stomatiti sono associate a piccole ulcere dolorose dette afte della bocca, inoltre possono comparire disturbi secondari come:

  • gengiviti: infiammazione della gengiva
  • glossiti: quando la lingua si infiamma
  • cheiliti: l’infiammazione riguarda le labbra

Purtroppo quando è dolorosa e sono presenti le lesioni, anche l’assunzione di cibo diventa un vero e proprio problema, soprattutto per i più piccoli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>> Indigestione: quali sono le possibile cause e i rimedi

Forme di stomatite

La stomatite presenta diverse forme, quelle che si manifestano con frequenza sono:

  • aftosa
  • catarrale
  • ulcerosa
  • da antibiotici
  • erpetica
  • di origine tossica
  • da nicotina
  • cheilite angolare

Sintomi

La stomatite si riconosce facilmente, perchè i sintomi sono chiari e precisi. La prima cosa che si nota è la comparsa di lesioni ulcerative spesso dolorose, sono molto piccole,di colore bianco con il bordo arrossato. I sintomi che vi consentono di capire che si tratti di stomatite sono:

  • gonfiore e formicolio: nell’area della mucosa, dopo pochissime ore compare anche l’ulcera;
  • la secrezione della saliva aumenta: spesso è accompagnata da ingrossamenti dei linfonodi e febbre;
  • dolore che si accentua durante la masticazione
  • rifiuto del cibo: soprattutto quando colpisce i bambini che avvertono una notevole difficoltà nel masticare
  • arrossamento della mucosa orale
  • presenza di vescicole
  • perdita di sangueA queste manifestazioni, potrebbero manifestarsi altri segni come:
  • alitosi
  • sanguinamento delle gengive

Cause principali

Le cause possono essere diverse, ma la scarsa igiene orale è la principale, soprattutto nelle persone che hanno le protesi dentarie e non sono molto attente alla pulizia. I microrganismi patogeni come la Candida albicans, e non solo anche virus e batteri, possono attaccare la mucosa orale provocando l’infiammazione. Ecco altre cause:

  • protesi dentarie sbagliate o a otturazioni difettose: che causano lo sfregamento contro l’interno della guancia;
  • assunzione di terapie antibiotiche
  • alcuni alimenti: che possono provocare ulcere alla bocca come i cibi piccanti;
  • alcuni dentifrici: quelli che contengono sodio laurilsolfato;
  • astensione dal fumo
  • cambiamenti ormonali: soprattutto in gravidanza e nella menopausa;
  • stress e ansia
  • il contatto con sostanze irritanti
  • da una reazione allergica.

Stomatite: rimedi

Dal momento in cui compare la stomatite, può durare da qualche giorno o protrarsi per alcune settimane, tutto dipende dall’entità dell’infiammazione. Ci sono dei rimedi particolarmente efficaci per curare o attenuare il dolore della stomatite.

Si consiglia infatti di sciacquare la bocca con una soluzione di perossido di idrogeno, oppure si può strofinare un pò di aglio, mescolato con dello yogurt  sulla superficie infiammata. Un altro rimedio è l’utilizzo del propoli, soprattutto per calmare il dolore. Se con questi rimedi naturali, la stomatite non va via contattate il medico. che vi consiglierà di assumere preparati antisettici per disinfettare la bocca, , si possono acquistare sotto forma di compresse o di collutori liquidi o spray.

Questi preparati contengono principi antimicrobici che agiscono come anestetico, alleviando il dolore causato dall’infiammazione. Potete acquistare degli antinfiammatori sotto forma di pastiglie che si sciolgono in bocca o nebulizzatori ad uso locale.

E’fondamentale seguire la terapia consigliata dal dentista che comprende anche determinata alimentazione, se si effettua una diagnosi accurata e una terapia adeguata per curare la stomatite, si garantisce una rapida guarigione e un recupero in tempi brevi.

E’ sconsigliabile assumere questi cibi, soprattutto nei bambini:

  • cibi solidi
  • molto caldi
  • molto freddi
  • salati

Sono consigliabili zuppe e minestre.

Stomatite prevenzione

La stomatite si può prevenire eliminando le cause che la provocano, in primis  bisogna eseguire una perfetta igiene orale quotidiana. Quando è recidiva è opportuno evitare cibi piccanti, irritanti e gomme da masticare. E’ preferibile utilizzare spazzolini da denti con setole morbide, in modo da non irritare le  gengive e dentifrici non devono contenere sodio lauril solfato.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI