Home Salute e Benessere Pangasio, mangiare questo pesce è pericoloso per la salute

Pangasio, mangiare questo pesce è pericoloso per la salute

CONDIVIDI

Il pangasio è un pesce molto comune, sul mercato rappresenta l’alternativa più economica al merluzzo. E’ uno dei pesci più acquistati eppure ci sono ottime ragioni per cui bisognerebbe assolutamente smettere di mangiarlo.

filetto di pesce pangasioUno dei cibi principali nella nostra dieta è il pesce. Un alimento equilibrato e a basso contenuto di calorie ma dal gusto deciso, il che lo rende molto apprezzato. Il pesce ha un costo maggiore rispetto alla carne per cui spesso i consumatori acquistono pesce più economico in commercio ma altrettanto gustoso come il Pangasio.

In questo caso il prezzo del pesce è indice della sua qualità, questo particolare pesce è infatti molto pericoloso per la salute e ci sono ottimi motivi per cui bisognerebbe immediatamente smettere di comprare il pesce Pangasio.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Il Pangasio, uno dei pesci più tossici

filetto pesce pangasioIl pangasio hypophtalmus è un pesce facilmente reperibile sul banco del pesce dei supermercati ad un prezzo molto basso. Viene prodotto industrialmente in Vietnam e proviene da uno dei fiumi più contaminati del pianeta, il Mekong, ma non è questo a renderlo uno dei pesci più tossici in commercio.

Al fine di aumentare il tasso di natalità e, quindi, la produzione, nella femmina del Pangasio vengono iniettati ormoni raccolti dalle urine delle donne in gravidanza. Il fiume Mekong in cui vengono allevati i Pangasio, contiene grandi quantità di microrganismi tossici, che contagiano la carne del pesce. Questi pesci inoltre vengono alimentati con una farina importata dal Perù preparata con i resti di pesci misti uniti a manioca, soia e cereali vari. Una volta completata l’alimentazione, gli allevatori recuperano l’enorme quantità di questi pesci con una rete. I filetti vengono tagliati e inviati congelati in Europa da fabbriche cinesi.

Gli Stati Uniti hanno vietato da tempo il consumo di questo pesce in considerazione dei grandi rischi per la salute pubblica. In Cina esistono norme sanitarie per l’allevamento di pesci Pangasio, tuttavia, più ne compriamo, più incoraggiamo l’agricoltura e la vendita di questo pesce tossico.

Bisogna inoltre considerare che il pesce Pangasio contiene poco valore nutritivo e il suo apporto di omega-3 è insufficiente. Questo è il motivo per cui è importante per la nostra salute scegliere bene il pesce che consumiamo.

Quale pesce scegliere per preservare la sua salute?

Al di là delle conseguenze del sovrasfruttamento per il nostro ambiente, scegliere un pesce sbagliato è pericoloso per la nostra salute. I pesci allevati non sono raccomandati per via della modificazione genetica e l’esposizione a un gran numero di tossine, antibiotici e pesticidi. Questi, antibiotici e pesticidi vengono dati ai pesci per aiutarli a sopravvivere e combattere i pidocchi di mare. Inoltre, la loro dieta è malsana. Questo è il caso dell’allevamento del Salmone, il che lo rende un pesce molto pericoloso per la salute.

In linea generale dinque è sempre meglio puntare sul cosiddetto pesce selvaggio e sulla pesca sostenibile. Per aiutarvi nella scelta ecco una lista del pesce da preferire:

  • Merluzzo del Pacifico
  • Alaska Colin
  • aringa
  • sgombro
  • Suola di Hastings
  • Salmone del Pacifico
  • Nasello del capo

Data l’evidente pericolo per la salute del pesce che acquistiamo, dal gennaio 2002, un regolamento europeo prevede che il nome scientifico del pesce, la zona dove è stato catturato o allevato, il paese e il metodo di produzione siano riportati in etichetta. E dal 2014, gli operatori devono anche aggiungere l’indicazione degli attrezzi da pesca e specificare più specificatamente la zona di pesca. Tuttavia, le etichette sulla confezione non sono sempre molto affidabili in quanto queste norme vengono spesso poco rispettate. Una doppia vigilanza è dunque necessaria quando si sceglie il pesce, ponendo qualche domanda anche al pescivendolo.

Per preservare le sostanze nutritive dei pesci, compresi gli omega-3 utili per la salute del cuore, del cervello e degli occhi anche il tipo di cottura è molto importante. Assicurarsi di utilizzare una modalità soft per la cottura come il vapore, il cartoccio, bagnomaria o marinazione.

Fonte: Santè+

Ti potrebbe interessare anche —->>>8 specie di pesci che dovreste evitare per preservare la vostra salute

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI