Home Salute e Benessere

Questi sintomi indicano che soffri di stanchezza cronica

CONDIVIDI

Scopri se soffri di sindrome da stanchezza cronica. Alcuni sintomo possono aiutarti a capirlo.

Se ti capita spesso di sentirti stanca, al punto da non aver più voglia di fare nulla se non di dormire, forse potresti soffrire della sindrome da stanchezza cronica. Un problema che si instaura quando si dorme troppo poco, non ci si alimenta in modo corretto o si vive un periodo di forte stress. Visto che stancarsi a questi livelli può portare a problemi di salute, è sempre opportuno cercare di coglierne i segnali più evidenti in modo da rivolgersi al medico per capire se si ha o meno questo problema. Capirlo in tempo, infatti, può aiutare a trovare una soluzione rapida e in grado di evitare inutili peggioramenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> È ufficiale: l’olio extra vergine d’oliva è un farmaco!

Ecco i sintomi tipici della sindrome da stanchezza cronica

stanchezza cronica
Fonte: Istock
  • Sonno non ristoratore. Pur avendo dormito per diverse ore, al risveglio ti senti più stanca di prima o come se in realtà non avessi dormito affatto
  • Difficoltà a concentrarti. Nonostante gli sforzi e tutto l’impegno che ci metti, fai una gran fatica a concentrarti e a tenere a mente le cose
  • Emicrania continua. Spesso l’emicrania è da stress ma se è costante e non ti abbandona mai, allora potrebbe trattarsi di stanchezza eccessiva

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la salute CLICCA QUI!

  • Mal di gola. Se ti senti continuamente influenzata senza però avere febbre o altri sintomi influenzali e a colpirti sono per lo più dei mal di gola, allora potrebbe trattarsi di stanchezza
  • Dolori vari. Hai dolori hai linfonodi delle ascelle o alle articolazioni? Anche in questo caso il segnale potrebbe condurre alla sindrome da stanchezza cronica

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Hai problemi con il tuo ombelico? Forse soffri di omfalofobia

Questa sindrome si verifica più spesso nelle donne tra i 40 e i 50 anni, tuttavia può colpire chiunque e ad ogni età.
Al fine di capire come comportarsi è sempre bene sentire il proprio medico curante in modo da scegliere insieme una strategia d’accatto in grado di riportarti ad avere le energie che ti servono per svolgere le mansioni di tutti i giorni. Ovviamente anche i vari sintomi presi singolarmente, se persistenti nel tempo, andrebbero riportati al medico al fine di verificare che lo stato di salute sia a posto.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI