Home Attualità

Foto shock di famiglia con il padre morto di overdose

CONDIVIDI

Una foto impressionante che vuole essere un duro monito contro la droga. La storia da CheDonna.it per la sezione attualità

Eva Holland con i figli e il marito (Foto Facebook)
Eva Holland con i figli e il marito (Foto Facebook)

Eva Holland è una giovane donna americana di Cincinnati, in Ohio, madre di due figli, un maschietto e una femminuccia, e moglie di Mike, 26 anni, morto di recente per overdose di eroina.

L’uomo era tossicodipendente da tempo e nonostante le terapie seguite e i gruppi di sostegno frequentati, non è riuscito a salvarsi dalla droga, che alla fine lo ha ucciso, a soli 26 anni, padre di famiglia.

La moglie, provata per la perdita del marito, ha comunque voluto prendere una decisione forte, che sia di monito per tutti contro la droga: si è fatta fotografare con i figli accanto alla bara aperta del marito, nel giorno del funerale. Una foto di famiglia con il morto, molto impressionante e sicuramente destinata a far discutere, ma che vuole essere un duro monito contro la droga, con tutto il carico di dolore che la tossicodipendenza si porta dietro, fino alla morte. La foto è stata accompagnata dal seguente messaggio:

“Sono sicura che questa foto metterà a disagio molte persone, farà anche indignare alcune persone, ma il motivo principale per cui ho deciso di farla era per mostrare la realtà della tossicodipendenza. Se non scegli di guarire ogni singolo giorno, questo è il modo per uscirne. Nessun genitore dovrebbe seppellire i propri figli e nessun figlio, piccolo come i nostri, dovrebbe seppellire i suoi genitori.

Questo era prevedibile, non sarebbe dovuto succedere, ma una scelta sbagliata ha distrutto la nostra famiglia. Sono consapevole che molte persone si sentiranno a disagio dal fatto che io ne parli così apertamente, ma nascondere i fatti fa solo andare avanti questa epidemia. La verità nuda e cruda è che l’eroina uccide. Potreste pensare che non accadrà mai a voi, ma indovinate un po’, era quello che pensava anche Mike. Siamo stati insieme 11 anni. Io c’ero prima che tutto avesse inizio. Sapevo quello che voleva dalla vita, tutte le sue speranze e i suoi sogni. Non avrebbe mai immaginato che la sua vita sarebbe finita così. Un tempo era così felice e pieno di vita. E’ stato un grande figlio, un grande fratello, ma soprattutto un grande padre. Amava i suoi figli più di qualunque altra cosa.

Ma come sappiamo tutti, la vita alle volte diventa dura e facciamo delle scelte sbagliate. La sua dipendenza è iniziata con i farmaci contro il dolore poi, inevitabilmente, con l’eroina. Ci amava così tanto che a un certo punto ha deciso che quando è troppo è troppo e alla fine dello scorso anno è andato in riabilitazione. Prima di Natale ne è uscito e sembrava un uomo nuovo. Aveva trovato il suo scopo per continuare a vivere, aveva ritrovato il suo meraviglioso sorriso, era tornato ad essere l’uomo, il figlio, il fratello, il padre di cui tutti avevamo bisogno.

E’ andato bene per molto tempo, ma poi un paio di mesi fa ha iniziato con una pillola contro il mal di denti, che inevitabilmente lo ha riportato indietro sulla strada della dipendenza, invece di restare in quella della guarigione. Diceva che poteva gestire la cosa, che poteva fermarla quando voleva e non aveva più bisogno di aiuto. Ebbene, aveva torto, mercoledì scorso ha esalato il suo ultimo respiro. Il padre dei miei figli, l’uomo che ho amato da quando ero bambina, il bravo figlio e la grande persona che era ha perso la sua battaglia.

Io avevo solo bisogno di condividere questa storia, nel caso possa essere di aiuto a qualcuno”

Parole di fronte alle quali non c’è molto da commentare.

La foto per intero, postata sul profilo Facebook di Eva Holland

Eva Holland con i figli e il marito (Foto Facebook)
Eva Holland con i figli e il marito (Foto Facebook)