Scuola: educazione ambientale sarà materia obbligatoria

Sempre più importante l’educazione ambientale nelle scuole italiane

Bambine nella natura (Foto Pixabay)
Bambine nella natura (Foto Pixabay)

L’educazione ambientale diventerà una materia obbligatoria nei programmi scolastici. I dettagli da CheDonna.it.

Educazione ambientale a scuola

Tra le novità della in campo scolastico, oltre alla riforma della scuola in discussione in Parlamento, c’è anche l’introduzione dell’educazione ambientale come materia di studio obbligatoria. Il rispetto della natura e la tutela del patrimonio vegetale e faunistico è questione sempre più cruciale e decisiva anche per il nostro futuro come specie umana. Dopo decenni di abusi, sfruttamento senza limiti delle risorse naturali e inquinamento selvaggio, le società e i governi stanno finalmente prendendo coscienza della centralità della salvaguardia dell’ambiente. Il miglior modo per farlo è partire dall’educazione di bambini e ragazzi. Quello che ha ritenuto di fare anche il nostro governo.

Dal prossimo settembre, pertanto, l’educazione ambientale entrerà nei programmi didattici di tutte le scuole, dalle materne alle superiori, come materia obbligatoria. L’annuncio lo ha dato ieri il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, durante il suo intervento alla Camera dei Deputati agli Stati generali sui cambiamenti climatici e la difesa del territorio.

Nell’insegnamento dell’educazione ambientale verranno affrontate dieci argomenti principali, tra cui quello dei rifiuti, la biodiversità, la tutela del mare, quella degli animali e anche l’alimentazione corretta e sostenibile. Una disciplina ad ampio raggio che si pone l’obiettivo di insegnare ai ragazzi il rispetto per la natura e un rapporto corretto con l’ambiente che li circonda.

Le tematiche ambientali saranno affrontate in modo interdisciplinare tra le varie materie di studio, dalla scienza all’arte, alle nuove tecnologie. Il progetto è promosso congiuntamente dai Ministeri dell’Ambiente e dell’Istruzione e comprende delle linee guida e delle schede di approfondimento, redatte tenendo conto dell’età degli studenti e del loro percorso di studi.

“È un progetto molto importante che avrà una ricaduta su tutto il Paese”, ha affermato il sottosegretario all’ambiente Barbara Degani, che da mesi sta lavorando ad un documento per l’introduzione dell’educazione ambientale nelle scuole.

Da leggere