Milano, aggressione al capotreno a colpi di macete

Succede nella Milano dell’Expo. Nella serata di ieri un capotreno ed un macchinista sono stati aggrediti da un gruppo di giovani sudamericani a colpi di machete.

trenord-5

Il capotreno di 37 anni avrebbe subito l’amputazione di un braccio mentre il macchinista un trauma crenico.

Chiede il biglietto ad un gruppo di sudamericani e subisce l’amputazione del braccio con un machete

Tutto si è svolto sotto gli occhi dei pochi passeggeri presenti sul treno diretto verso L’Expo. All’altezza della fermata Villapizzone, nella periferia di Milano il capotreno stava controllando i biglietti, giunto al gruppo di giovani sudamericani è stato ferocemente aggredito da uno del gruppo che ha estratto da una borsa un machete.

Un macchinista di 31 anni che era fuori servizio è intervenuto per difendere il collega e ha subito un forte trauma cranico.

Il capotreno ha subito l’amputazione del braccio, tanta la ferocia con la quale è stato aggredito dal gruppo di balordi. I giovani sono riusciti a fuggire e gli inquirenti stanno visionando scrupolosamente le telecamere di sorveglianza della stazione.

Da leggere