Home Attualità

LIBRI: Incontri a Roma e a Torino con Lola Lafon

CONDIVIDI

3190706-9788845278716

Oggi, CheDonna, per la categoria Libri, vi segnala due eventi letterari.

Infatti, è in arrivo in Italia Lola Lafon con La piccola comunista che non sorrideva mai edito da Bompiani.

Incontri previsti con l’autrice:

Lunedì 20 aprile, ore 18.30 ROMAcon Tiziana Lo Porto – Institut Français – Centre Saint-Louis (Largo Toniolo 22, Roma)

Martedì 21 aprile, ore 18.00 TORINO con Margherita Oggero Reale Società Ginnastica (via Magenta, 11 – Torino)

Nell’ambito di “Olimpo”, un progetto culturale promosso dall’Assessorato allo Sport della Città di Torino nel programma di Torino Capitale Europea dello Sport 2015, ideato e organizzato dal Salone Internazionale del Libro con le Circoscrizioni 1 e 8 e le Biblioteche civiche torinesi, in collaborazione con tutte le altre Circoscrizioni cittadine.

“Ne ho piene le scatole di inseguire il vostro benessere, il sogno occidentale.”

Una miracolosa, minuta ginnasta rumena di quattordici anni, Nadia Comaneci, compare ai giochi di Montréal e diventa mito planetario: sbaraglia le concorrenti sovietiche, favoritissime, fa saltare i sistemi elettronici che computavano i punteggi ricevendo tutti 10; sospende, col suo volto, il suo volteggio, il suo corpo elastico, la guerra fredda. Lola Lafon, sedotta da questa donna bambina che non sorrideva mai, racconta la storia della sua vita, entrando nei suoi sentimenti e nelle sue emozioni, come fosse il personaggio di un romanzo in cui, tuttavia, tutto è vero. E, nello specchio di questo romanzo, racconta un’Europa spaccata in due, inondata di propaganda, ideologia, menzogne, cinismo, ma anche di grandi passioni, sogni, desideri. Imitando l’audacia magica delle figure tracciate nel cielo della competizione da quella semplice bambina, il romanzo-acrobazia di Lola Lafon, più vicino alla leggenda di Icaro che alla mitologia degli “dei da stadio”, rende omaggio con la sua invenzione alla fantasia di colei che, con un calcio alla luna, ha stravolto il cammino angusto che si riserva alle ragazzine, quelle ragazzine dell’estate del ’76 che, grazie a lei, hanno sognato di lanciarsi nel vuoto, gli addominali tesi e la pelle nuda.

Bestseller in Francia, in corso di traduzione in 8 lingue, La piccola comunista che non sorrideva mai ha ottenuto i seguenti premi letterari: Prix de la Closerie des Lilas 2014 Le prix Ouest France / Etonnants Voyageurs 2014 Grand Prix de l’héroïne, Madame Figaro 2014 Prix Littéraire d’Arcachon 2014 Prix des lecteurs de Levallois 2014 Le Prix Jules Rimet sport et littérature 2014 Prix Version Femina 2015

Collana Narratori stranieri, pag. 320, € 18,00

Traduzione di Sergio Arecco

LOLA LAFON (1972) è una donna di lettere, cantante e compositrice di origine franco russopolacca. Politicamente impegnata in collettivi anarchici, antifascisti e femministi, scrive su “Libération” ed è autrice di quattro romanzi: Une Fièvre impossible à négocier (2003), De ça je me console (2007), Nous sommes les oiseaux de la tempête qui s’annonce (2011).