Home Attualità

Matteo Salvini: “Renzi esibisce le donne come oggetti”

CONDIVIDI

Mentre sui quotidiani si fa sempre più attenzione al tema della discriminazione di genere e dell’immagine della donna sfruttata e degradata dagli stereotipi pubblicitari, come emerso anche dalla risonanze del Premio “Immagini Amiche”, con la partecipazione della presidente della Camera Laura Boldrini,  il caso “quote rose” entra nel vivo della campagna elettorale e un botta e riposta da parte del leader della Lega Nord Matteo Salvini e il premier Matteo Renzi.

ITALY-POLITICS-PARTY-LEGA NORD

Se da una parte Renzi ha dato del “sopramobile dei talkshow” al suo omonimo leghista, quest’ultimo non perde tempo e contrattacca dichiarando in una conferenza stampa che “per Renzi le donne sono oggetti da esibire e mandare in qualche ministero e in tv”.
Salvini ha voluto ribadire che “noi ci impegniamo sui temi concreti, come la legge Fornero o il bonus bébé”, replicando che “all’uso del corpo femminile da parte di Renzi rispondiamo con proposte. Renzi è un chiacchierone di quote rosa vuote”.

Un attacco molto forte quello di Salvini che, in parte, rievoca le macchiette del “RenziShow” ideate dal comico genovese Maurizio Crozza nel suo programma “Le Meraviglie” in onda il venerdì sera in prima serata su La7. Uno show esilarante in cui Crozza non solo imita Renzi ma lo affianca dalle sue due ministre, Marianna Madia, Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione e Maria Elena Boschi, Ministro per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento, inserite nel “Renzi Show” come due personaggi femminili, contrapposti alle escort dell’epoca Berlusconiana, ma altrettanto inutili.