Home Attualità

Caso Yara: Riesame respinge scarcerazione di Bossetti.

CONDIVIDI

Il tribunale del Riesame di Brescia hanno respinto l’istanza di scarcerazione presentata dalla difesa di Massimo Bossetti, il muratore di Mapello, principale indagato dell’omicidio di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa da Chignolo d’Isola nel novembre 2011, il cui copro fu ritrovato tre mesi dopo a Brembate di Sopra.
yara gambirasio

La richiesta era stata discussa martedì scorso davanti ai giudici bresciani, in un’udienza durante la quale Bossetti aveva rilasciato una dichiarazione spontanea nella quale ha voluto ribadire la sua innocenza, affermando di non avere mai conosciuto Yara.
Il legale di Bossetti, Claudio Salvagni, aveva chiesto la scarcerazione del muratore sulla scorta di presunte discrepanze tra l’esito degli accertamenti sul Dna mitocondriale (che non riconduceva all’ indagato) e l’esito delle analisi sul Dna nucleare che, invece, secondo le consulenze della Procura, è certamente di Bossetti.
Si tratta della quinta volta che viene respinta la scarcerazione a Bossetti, in carcere di Bergamo, dal 16 giugno scorso: la richiesta di scarcerazione è tata respinta per ben due volte dal gip di Bergamo, due volte dal Riesame di Brescia e una volta dalla corte di Cassazione.

Intanto emergono alcune indiscrezioni piuttosto inquietanti sulla figura di Bossetti. Si tratta di alcune dichiarazioni rilasciate dal compagno di cella del Muratore di Mapello al pm Maria Letizia Ruggeri, Rodolfo “Rudi” Locatelli, 40 anni di Guanzate, arrestato lo scorso autunno con l’accusa di avere preso parte all’omicidio di Ernesto Albanese. Secondo, quanto riportato da Libero Quotidiano,  il detenuto avrebbe raccontato che Bossetti ha particolare interesse per i programmi televisivi con le ragazzine: “Ci sono delle immagini con ragazzine che avranno 15, 16, 17 anni con i fuseaux, lui gira e poi torna indietro. Oppure si sofferma su un’immagine. Magari mentre sta scrivendo. Ovviamente magari questo non vuol dire nulla. Però ho notato che si sofferma sulle ragazzine, sia in televisione che sulle riviste”.

Inoltre, ha aggiunto il detenuto, Bossetti avrebbe mostrato particolare interesse per la sorella 19enne: “Bossetti dopo averla vista mi ha detto che era bella, ma proprio bella. Mi dispiace raccontare queste cose, ma credo sia giusto farlo”.