Home Attualità

Spagna: candidata dell’ultra destra posa nuda in manifesto elettorale

CONDIVIDI

Non solo l’Italia regala delle pillole scandalistiche con il leader della Lega Nord, Matteo Salvini in versione “desnudo” in copertina di un settimanale. Anche la Spagna si ritaglia la sua fetta di polemiche con la campagna elettorale per il Sindaco del comune di Portugalete, in Biscaglia, nei Paesi Baschi.

morin

Infatti, la candidata a sindaco, Yolanda Couceiro Morin, capolista del Partito per la Libertà-Mani Pulite (PxL), l’ultradestra spagnola,  ha deciso di mostrarsi totalmente nuda nei manifesti elettorali per denunciare la corruzione. Con tanto di slogan “los politicos nos dejan en pelotas” (I politici ci lasciano nudi), che copre una parte del corpo, la Couceiro Morin ha voluto evidenziare “il saccheggio generalizzato” messo in atto dai partiti che hanno amministrato il comune.

La candidata a Sindaco, in un comunicato, ha spiegato che la sua campagna, per le elezioni municipali del prossimo 24 maggio, punta ad “arrivare alle coscienze dei cittadini e approcciare in una maniera accurata i problemi che affliggono gli abitanti di Portugalete”. La Morin a poi tenuto a precisare che il Partito per la libertà “è impegnato direttamente per la limpidezza politica”, ricordando che il presidente del partito José María Ruíz, membro di “Manos Limpias” è impegnato in prima persona a condurre delle battaglie contro la corruzione.

Secondo quanto riferiscono i meda locali, non è la prima volta che un politico appare nudo sui manifesti elettorali: nel 2006, il leader del partito Ciudadanos, Albert Rivera, apparse in versione “desnudo”, con lo slogan “Importano solo le persone”, quando si presentò per le elezioni in Catalogna.