Home Attualità

Schettino rischia di tornare in carcere dopo uno scherzo delle Iene!

CONDIVIDI

Nuova bufera giudiziaria sull’ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino il quale, a causa di uno scherzo delle Iene di cui è stato vittima tra ottobre e novembre, rischia di tornare dietro le sbarre.

Vediamo insieme cosa è successo e quali sono le dichiarazioni dei protagonisti.

 schettino

 

Per la Procura di Grosseto sarebbe a rischio di fuga

Tutto è iniziato, come già detto, intorno ad ottobre/novembre quando un emissario delle Iene prende contatto con un “mediatore” di Schettino proponendo per l’ex comandante la possibilità di partecipare all’edizione (attualmente in corso) dell’Isola dei Famosi. Ovviamente si tratta di uno scherzo ben orchestrato dallo staff delle Iene ed il tutto va in onda nella puntata di alcuni giorni fa.

Chi gestisce gli interessi del destinatario dello scherzo è Francesco Pepe, figlio dell’ex avvocato difensore di Schettino Daniele Pepe, il quale, come si sente chiaramente dalla registrazione mandata in onda dalle Iene, così si espone: “Le indicazioni che ho è che lui si muoverebbe per 2 milioni e mezzo”, sinonimo del fatto che di questa opportunità ne aveva già discusso con Schettino, e prosegue: “Non va in galera adesso, ci va alla fine dei tre gradi. Quindi, comunque, da quel punto di vista, siete tranquilli. Da parte sua c’è stato un ok. Lui mi ha detto: Se cominciamo tutto il giorno dopo la sentenza, per me non ci sono problemi”. La frase che rischia però di mettere in guai seri l’ex comandante è la seguente: “Bisogna capire come fare, perché se li prende sul suo conto, il Tribunale glieli sequestra il giorno stesso. Ci sto ragionando un po’ per vedere di fare una cosa in Brasile”.

La Procura di Grosseto, ascoltata questa dichiarazione ed allarmata dalla possibilità di Schettino di poter disporre di un conto in Brasile, ha ravvisato un pericolo di fuga ed ha chiesto al Tribunale del Riesame di Firenze l’arresto dell’ex comandante il quale, lo ricordiamo, è stato condannato in primo grado per il naufragio della Concordia del gennaio 2012 a 16 anni di carcere.

Immediata è giunta la smentita da parte dell’imputato il quale ha, tra l’altro, dichiarato di non aver mai fornito la procura a Pepe per delle fantomatiche trattative relative ad una sua possibile partecipazione all’Isola dei Famosi.

Altrettanto velocemente è però giunta, anche attraverso i microfoni di Pomeriggio Cinque, la trasmissione di Barbara D’Urso, la smentita della smentita da parte di Francesco Pepe il quale, dicendosi “sconvolto” da questo voltafaccia di Schettino, ha nuovamente dichiarato che il comandante era assolutamente a conoscenza di tutti i fatti e che la procura era stata nelle sue mani fin dall’inizio della trattativa, tanto più che l’offerta di partenza del finto staff dell’Isola era di 2 milioni di euro, ma che, proprio grazie alla sua mediazione, si era riusciti a trovare un accordo per mezzo milione in più.

Vedremo nei prossimi giorni se e quali sviluppi prenderà questa vicenda e se, effettivamente, le manette scatteranno di nuovo ai polsi di Francesco Schettino.