Indivudata in Italia bambina rapita in Brasile

Una storia raccapricciante tanto più se si considera che la protagonista della vicenda, più che rocambolesca, è una bambina di 10 anni che quando aveva solo 8 anni è stata sottratta dalla abitazione della madre affidataria in Brasile.
 FBL-WC-2014-BRAZIL-SECURITY
La bambina in questione era stata tolta ai genitori biologici, un italiano e una domenicana, arrestati per traffico di droga e per cui fu affidata a soli 3 mesi ad una donna residente a Cuiabà, nel Mato Grosso.
Dopo la loro scarcerazione, i genitori hanno tentato di riprendersi la figlia, ma senza successo in quanto la madre affidataria si era opposta e i genitori biologici furono poi espulsi dal Brasile. Circa due anni fa, la bambina è stata rapita dalla casa della madre affidataria in un blitz condotto da un uomo armato che con la bambina è poi riuscito ad attraversare illegalmente la frontiera con la Bolivia. Da allora, le forze dell’Interpol sono riuscite a rintracciare la fuga dell’uomo con la bambina in Repubblica Dominicana con un volo privato, perdendo successivamente le tracce.
Secondo le indiscrezioni riferite dai media brasiliani, la bambina è stata individuata in Italia dall’Interpol. Un’ipotesi plausibile in quanto la minorenne ha la doppia nazionalità italiana e dominicana.
Come riporta il giornaledivicenza.it, la bambina era a Cassola, nel bassanese,  dove viveva con i genitori biologici sotto una falsa identità e sono state pertanto confermate le tesi degli investigatori che fin dall’inizio avevano ipotizzato che il rapimento fu ordinato dai genitori.
Il caso è stato affidato al Tribunale dei minori di Venezia che adesso dovrà decidere se far rimpatriare la bambina oppure valutare se vi siano i presupposto per riaffidarla ai genitori. Nel frattempo, la piccola creatura è stata affidata ad una casa famiglia.
Dal canto loro, i media brasiliani sottolineano che il ministero degli Esteri brasiliano sta seguendo il caso “nell’interesse della minore”.
Una dichiarazione che fa pensare anche ai rapporti diplomatici tra i due paese e al diritto internazionale per la tutela dei minori.

Da leggere