LIBRI: ‘L’inferno dentro’

image015Oggi, la redazione di CheDonna per la sezione Libri, vi propone L’inferno dentro.

Con il passare degli anni, anche gli ultimi testimoni delle terribili vicende della Shoah stanno morendo, e con loro i racconti e le esperienze che hanno portato con sé. Il rischio è quello di perdere il carattere unico di questa tragedia, che rischia di trasformarsi in uno sterile emblema della malvagità umana, un’etichetta che può essere applicata a qualunque tragedia umana.

L’inferno dentro è la storia di un uomo che ha aderito al regime nazista, e delle sue deliranti motivazioni. È la sconvolgente confessione di un vecchio consapevole delle proprie colpe e delle proprie responsabilità, ma incapace di pentirsi e chiedere perdono.

Ludwig, questo lo pseudonimo che l’autore ha scelto per lui, si reca a Berlino agli albori del regime nazista per partecipare ai programmi scientifici messi in atto dal governo. Torna in Italia nel 1943 per professare la propria fedeltà al nazifascismo e si macchia di atroci delitti collaborando nell’unico campo di sterminio italiano dotato di forno crematorio, quello di San Sabba a Trieste.

L’autore si cala nell’inferno personale di questo personaggio: attraverso il racconto di come un essere umano sia riuscito a giustificare a se stesso anche le peggiori atrocità commesse, spiega come la Shoah sia stato un evento unico nel suo genere, e ambiguamente legato alla cultura europea.

Da L’inferno dentro di Moreno Gentili è stata tratta una versione teatrale, portata in scena con successo a Como, Milano e Sondrio.

Moreno Gentili, scrittore di impegno civile, da tempo svolge una ricerca storica in merito ai crimini contro l’umanità: un progetto iniziato con Stand by Memory-2003 e proseguito con Suite Sarajevo. L’Inferno dentro rappresenta una tappa ulteriore di questo progetto, che proseguirà con un libro dedicato a una famiglia di Milano durante l’occupazione nazista.