Home Salute e Benessere

Mani pulite: regole per l’igiene perfetta

CONDIVIDI

Tutte siamo sempre attente a mantenerle in ordine, curate e, se possibile, anche originali ma forse, in questa corsa alle mani perfette, abbiamo dimenticato la base: cosa facciamo per mantenerle pulite?

La mamma del resto ce lo diceva sempre: “lavati le mani”, quando torni a casa, prima di mangiare, prima di cucinare, quando vai in bagno, quando sei stata sui mezzi pubblici, insomma, praticamente in ogni momento della giornata. Il consiglio era di quelli derivanti dalla saggezza popolare più genuina, quella che, ammettiamolo, nove volte su dieci professa la sacrosanta verità.

Le mani sono infatti il miglior veicolo per i germi: con loro si può raggiungere in un istante bocca, occhi e qualsiasi altra parte del corpo, agevolando, senza neanche accorgercene, infezioni spesso gravi. CheDonna.it prova a darvi qualche regola d’oro per mani sempre puliti come volevano mamme e nonne.

lavar_maos

Sapevate che una corretta igiene delle mani può ridurre l’incidenza di malattie del 30-50%? Qualche piccolo sacrifico potrebbe dunque davvero valere la pena. Vediamo allora le regole base per ogni giorno, quelle di cui proprio non dovremmo mai fare a meno.

Regole per la perfetta igiene delle mani

Durante l’ultima giornata mondiale della pulizia delle mani, l’Unicef ha reso noto come su un centimetro quadrato di pelle di una mano possano annidarsi più di 1.000 batteri, capaci di sopravvivere fino a 3 ore e di moltiplicarsi molto rapidamente, arrivando a duplicarsi ogni 20 minuti. Cifre che fanno riflettere, non credete?

Se è vero che un impiegato medio che lavora in un ufficio può entrare in contatto con 10 milioni di batteri al giorno e che solo 13 persone su 100 non mangerebbero mai senza prima essersi lavati le mani, sarà decisamente dil caso di rivedere le proprie abitudini igieniche. Ecco dunque tre regole d’oro da seguire giorno dopo giorno:

1- Lavare le mani per almeno 30 secondi con acqua e sapone: un semplice gesto che può però ridurre di 20 volte la presenza di batteri e scongiurare tra i 30 e il 50% la comparsa di svariate malattie.

2- Usare sempre sapone liquido, aiutandosi con l’acqua per spalmarlo accuratamente, concentrandosi sugli sazi tra le dita e sotto le unghie. Non dimentichiamoci inoltre dei posi.

3- Preferire acqua tiepida per il risciacquo: è infatti vero che l’acqua calda pulisce più in profondità ma espone anche la pelle al rischio di irritazioni.

Semplici accortezze è vero ma i vantaggi potrebbero essere notevoli. Perché non provare, dunque?