Home Maternità

Come prevenire il melasma in gravidanza

CONDIVIDI

Nel corso della gravidanza a volte può succedere che affiorino delle strane macchie scure sulla pelle del viso, solitamente localizzate sulla fronte, le guance e nella zona dei baffetti. Una vera e propria maschera che una volta comparsa risulta difficile da mandar via, lasciando la pelle irrimediabilmente macchiata. Prima di dover ricorrere a tonnellate di fondotinta e correttore per riuscire a camuffare il tutto, è possibile prevenire la fastidiosa comparsa del melasma con qualche piccolo accorgimento. Vediamoli insieme!

incinta

Queste sgradevoli macchie scure hanno il nome scientifico di cloasma, o melasma gravidico, e tendono a comparire nel corso della bella stagione, o comunque dopo periodi di prolungata esposizione ai raggi del sole. Dopo le 5 cose da sapere per evitare la toxoplasmosi in gravidanza, oggi noi di CheDonna.it vogliamo illustrarvi le regole d’oro che ogni mamma in dolce attesa dovrebbe seguire, per prevenire la comparsa della maschera gravidica e preservare così la salute della pelle.

Le regole d’oro per evitare il melasma in gravidanza

1. Stop ai baffetti! Ebbene sì, forse potrà essere un trauma vederli nuovamente comparire dopo anni di costante depilazione, ma a quanto ci dicono gli esperti della American Academy of Dermatology c’è una forte connessione tra ceretta e comparsa del melasma. Meglio quindi evitarla per un po’.

2. Ricordate, tanto al mare quanto in montagna è sempre importante applicare sul viso uno schermo solare ad alto fattore di protezione. Se alle creme in commercio preferite optare per un semplice rimedio naturale, potete spalmare sul viso un composto a base di ossido di zinco e diossido di titanio almeno 20 minuti prima di esporvi al sole.

3. Se avete in programma una passeggiata per sfruttare gli ultimi sprazzi di bel tempo, non dimenticate di indossare un cappello a tesa larga. Quale miglior modo per proteggerete la pelle dai nocivi raggi UV, senza rinunciare ad un tocco di glamour?

4. Niente scrub! Meglio evitare quanto più possibile di irritare la pelle del viso con creme esfolianti e contenenti microgranuli. Bando anche alle creme che bruciano e pizzicano quando le applicate, meglio optare per degli olii naturali emollienti e nutrienti come quello di mandorle o alla calendula.