Home Attualità

5 segreti che dovresti sapere sugli uomini

CONDIVIDI

Top 5 delle cose che dovresti sapere per comprendere meglio il tuo uomo

Spesso pensiamo agli uomini esattamente come se fossero degli alieni provenienti da un’altra galassia e questo pensiero porta di conseguenza a parecchi malintesi e a parecchie incomprensioni. Tutto questo perché non sappiamo cosa c’è nella loro testa e, spesso, non proviamo nemmeno a scoprirlo. A complicare i giochi c’è anche il fatto che gli uomini stessi non sono abituati a verbalizzare. Per fortuna però, qualcuno di loro ha parlato ed ecco qui di seguito i risultati: 5 segreti sugli uomini che ti permetteranno di sentirli più vicini e a comprenderli di più.

man-secret

Cinque cose da sapere sugli uomini

Pensano che le donne siano potenti

Gli uomini pensano che il potere delle donne sia infinito e soprattutto incontrollabile. Spesso hanno paura di noi, proprio perché sentono del girl power: un solo nostro sguardo e saranno per sempre nostri fedeli servitori.

VIDEO NEWSLETTER

Non sono così diversi da noi

Anche gli uomini sono insicuri e controllano compulsivamente la loro forma fisica. Avere un aspetto gradevole e curare il proprio look è importante per gli uomini quanto per le donne e basta un solo nostro commento negativo in proposito da farli cadere nella depressione più nera.

Gli atteggiamenti infantili li innervosiscono

E la cosa in effetti non dovrebbe sorprenderci! Anche perché anche noi donne critichiamo continuamente gli infantilismi dell’altra metà del cielo: dunque, ancora un volta, non siamo poi così differenti.

Per gli uomini il tempo vola

Gli uomini non vivono il tempo come lo viviamo noi, hanno parametri temporali meno pesanti e sicuramente più sfuggenti. Dunque la prossima volta che ci richiamano dopo tre giorni, non ci facciamo troppe domande sul perché: semplicemente il tempo è volato e loro non se ne sono accorti.

Sono molto meno schematici di quel che immaginiamo

Non tutti gli uomini sono uguali e non tutti seguono le stesse regole, di conseguenza sarebbe molto più proficuo per noi, e per loro!, di “non fare di tutta l’erba un fascio”.