Home Attualità

MICHAEL JACKSON: non si trovano giurati imparziali

CONDIVIDI

IL PROCESSO DI MICHAEL JACKSON IN DIFFICOLTA’: Il 9 maggio avrà inizio ufficialmente il processo contro il medico Conrad Murray, accusato dell’omicidio di Michael Jackson.

Il Tribunale di Los Angeles sta però riscontrando enormi difficoltà nel trovare una giuria che sia del tutto imparziale. Dei circa 470 potenziali giurati che si sono sottoposti a un iniziale questionario, solo 3 hanno detto di non averne mai sentito parlare (e chi ci crede).

Il giudice Michael Pastor ha ordinato a tutti di non leggere notizie riguardanti il caso, nè su giornali nè tantomeno sul web, per non farsi influenzare dai sostenitori dell’una o dell’altra parte (pochi a dire il vero quelli che tifano per Murray).

Sandi Gibbons, portavoce della procura ha dichiarato: “Tutti hanno sentito parlare del caso, il che rende difficile trovare potenziali giurati capaci di imparzialità. Il paragone con il processo ad OJ Simpson diventa inevitabile, anche perchè si tenne nello stesso tribunale”.

L’accusa sostiene la tesi della violazione della deontologia medica, perchè Murray avrebbe iniettato al Re Del Pop una dose eccessiva di Propofol; la difesa dichiara che sia stato proprio il cantante a iniettarsi l’anestetico, mentre il medico era fuori dalla sua stanza.

PER SEGUIRE IL PROCESSO DI MICHAEL JACKSON CLICCA QUI!