Devi bloccare la cottura della pasta? Il trucco non è l’acqua fredda

Come è possibile bloccare la cottura della pasta e mantenerla al dente, buona e gustosa? Oggi ti svegliamo il trucco. Non è l’acqua fredda.

pasta
(Adobestock photo)

Se pensi di non riuscire a mantenere la pasta cotta nel modo giusto, non correre il rischio di scuocer la bagnandola dopo averla scolata. Metti in pratica qualche consiglio furbo per mantenerla perfetta.

Pasta cotta perfettamente

In Italia, la pasta, rappresenta il piatto della tradizione, ci basta dare un’occhiata ad altri paesi per renderci conto che la pasta ci viene copiata sotto ogni forma. Ma visto che, cuocere la pasta alla perfezione non è per tutti, è necessario acquisire determinati consigli.

Pasta nella dieta? Sì, ma devi consumarla così!
(Pexels photo)

Anche noi italiani purtroppo commettiamo degli errori comuni come ad esempio mettere poca acqua nella pentola o salare troppo l’acqua.

Innanzitutto dobbiamo sapere che la giusta quantità di acqua per cuocere la pasta è di almeno 1 l per ogni 100 g di pasta. La pentola dovrà essere abbastanza capiente e il fornello adeguato, né troppo piccolo né troppo grande, sempre in base alle dimensioni della pentola.

Ricorda che, per quanto riguarda il sale, per ogni litro di acqua ce ne vanno soltanto 10 g. Per sollecitare che l’acqua arrivi a bollore bisogna necessariamente coprire la pentola con il proprio coperchio. Cerchiamo di scegliere sempre della pasta di ottima qualità, rispettare i minuti di cottura indicati sulla confezione non sempre premia, talvolta è necessario qualche minuto di meno o qualcuno di più, questo è un parametro che va anche in base alle nostre preferenze.

Pasta e condimenti

Vediamo ora i vari abbinamenti di condimenti con i vari tipi di pasta: le fettuccine si prestano moltissimo per un condimento alla bolognese, gli spaghetti per la gricia, le linguine e le trofie per il pesto, i fusilli molto bene con condimenti di verdure come ad esempio le melanzane e come anche le conchiglie, sempre per sughi ricchi con carne e funghi, i rigatoni con un buon ragù ma anche con un sughetto semplice basilico e pomodoro.

Bloccare la cottura con acqua fredda non serve!

Passati quindi i minuti necessari per la cottura, la pasta non deve essere assolutamente passata sotto l’acqua fredda, diventerebbe immangiabile. Per evitare che si scuocia basta semplicemente scolarla in maniera piuttosto rapida e condirla nell’immediato.

Se volete garantirvi un piatto di pasta a regola d’arte, durante la cottura, mettete sempre da parte un paio di mestoli di acqua di cottura prima di scolarla. Questo è un valido accorgimento per mantecare in maniera gustosa il condimento, questo procedimento va fatto senz’altro in una pentola su fuoco, per pochissimi minuti, a fiamma viva.

ricetta veloce
adobestock

In ultimo, ricordatevi sempre di mettere un timer in base al tempo di cottura scelto, sul cellulare o su altro dispositivo cosicché sarete tempestivi nello scolare la pasta. Inoltre, se non conoscete quel tipo di pasta che avete scelto, perché è la prima volta che la utilizzate, assaggiate di tanto in tanto, questa pratica non passa mai di moda.