Come eliminare l’umidità dall’armadio? Scopri i trucchi infallibili

Armadio
Foto:Adobe Stock
Armadio
Foto:Adobe Stock

Il guardaroba deve essere sempre pulito e non solo anche ben organizzato così da facilitare la scelta. E’ importante tenere il proprio armadio pulito, ma spesso si fanno le pulizie solo quando si fa il cambio di stagione, ma non è una buona abitudine.

Aprire le porte dell’armadio e vedere tutto in ordine è piacevole non solo ma anche percepire un profumo di pulito e piacevole.

Ma questo accade solo se si è attenti alla pulizia e non si ripongono in armadio capi puliti. Stesso discorso vale per i cassetti dell’armadio.

Sicuramente se la pulizia è frequente non si accumulerà la polvere, può accadere però che si possa percepire un odore sgradevole di muffa, questo da cosa dipende?

La presenza di umidità negli armadi potrebbe derivare da cattivo isolamento delle pareti dell’abitazione dall’esterno. Se non si pone la giusta attenzione si rischia che l’odore sgradevole di umidità possa trasferirsi ai capi che quando vengono indossati possono emanare un odore poco piacevole. Come eliminare l’umidità dall’armadio con i metodi infallibili.

Come eliminare l’umidità dall’armadio

Cassetti
Foto:Pexels

La presenza dell’umidità negli armadi potrebbe dipendere da tanti fattori, scopriamo quali. Non far arieggiare gli armadi, non pulire spesso, riporre capi non completamente asciutti potrebbe determinare un odore sgradevole.

Talvolta se le pareti adiacenti all’armadio non sono bene isolate dall’esterno si potrebbe andare incontro a fenomeni di umidità. Ci sono dei piccoli accorgimenti da seguire, scopriamo quali.

-Non riporre i capi asciutti: dopo aver lavato il bucato è necessario farlo asciugare bene all’aria aperta e riporli nell’armadio solo quando saranno asciutti. Lasciare asciugare completamente bene i capi, lenzuola e asciugamani perchè l’umidità è un terreno fertile per la muffa. In inverno potete farlo seguendo un piccolo trucchetto.

-Aprire le ante degli armadi: un paio di volte a settimana, lasciate aperte le ante dell’armadio e aprite anche i balconi e finestre, in questo modo si fa circolare più aria. Una soluzione perfetta anche in caso di stanza particolarmente umida.

-Collocare assorbi umidità: il bicarbonato è un ingrediente che aiuta ad assorbire l’umidità. In un contenitore o sacchetto mettete un pò di bicarbonato, lasciate aperto un pò e collocate in un punto sicuro, per evitare che possa rovesciarsi. Ma non lasciate così e controllate spesso, non appena si formerà del liquido, provvedete a sostituire il bicarbonato.

-Riporre dei gessetti: hanno la capacità di assorbire l’umidità, che potete riporre nei cassetti e nell’armadio. Optate per una buona soluzione, mettete in un sacchetto di organza i gessetti con dei fiori secchi profumati. In questo modo non solo si assorbirà l’umidità, ma rilascerà un bel profumo, ogni volta che aprirete i cassetti percepirete un bel profumo.

-Sacchetti con riso: il riso è un deumidificatore che assorbe benissimo l’umidità. Prendete un sacchetto di organza e mettete dentro dei chicchi di riso e riponete nel guardaroba e cassetti. Ricordate di sostituire ogni 10 giorni il riso, ottimo ingrediente anche il sale grosso.

-Sapone di Marsiglia: è utile in caso di macchie di muffa sugli abiti. Purtroppo può accadere che i tessuti si possano danneggiare, il sapone di Marsiglia è un ottimo alleato. Lo potete preparare a casa in pochissimo tempo, cliccate qui e lo scoprirete.

Pulire il guardaroba
Fonte:iStock Photo

Basta mettere in ammollo i capi in una bacinella con acqua e sapone di Marsiglia per un paio di ore e poi lavate in lavatrice con un programma a temperature più alte anche di 40°, ma dipende dai tessuti, che non tutti riescono a sopportare. Leggete sempre l’etichetta all’interno dei capi per non commettere errori e danneggiare i tessuti.