23 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

I PIEDINI delicati dei nostri bimbi

  • I PIEDINI delicati dei nostri bimbi
Piedini delicati dei bimbi e la loro cura ? Quale mamma non adora i piedini buffi e grassottelli dei propri bambini, ma sappiamo anche quanto siano delicati. Secondo una ricerca dell?Universit? di Glasgow in Scozia quattro

Piedini delicati dei bimbi e la loro cura – Quale mamma non adora i piedini buffi e grassottelli dei propri bambini, ma sappiamo anche quanto siano delicati. Secondo una ricerca dell’Università di Glasgow in Scozia quattro bambini su cinque indossano le scarpe sbagliate, provocando così calli, vesciche e anche problemi di postura, a causa delle loro cartilagini e ossa ancora flessibili, che si calcificano con la crescita. Senza contare poi quanto sia sottile la loro pelle, proprio per questo i loro piedini vanno trattati con molta attenzione, sempre ma in particolar modo quando fanno sport. I piedi delle piccole ballerine sono messi a dura prova, anche se li vediamo volteggiare con tanta grazia, infatti dopo l’allenamento hanno bisogno di cure speciali per evitare che si formino ispessimenti, calli o duroni dovuti a microtraumi o sfregamenti ripetuti, sempre sullo stesso punto. Per prevenire la loro formazione è consigliato proteggere la zona con dei cerotti imbottiti e tenere il più possibile ammorbidita la pelle, utili anche i pediluvi con acqua tiepida e bicarbonato, creando così un impasto da frizionare direttamente sulla pelle per levigarla. Quando invece i piedi stanno tanto tempo in ammollo, praticando nuoto ad esempio, si potrebbero formare arrossamenti o vescicole, che potrebbero colpire le unghie, quindi occorre asciugare molto bene i piedi, in particolare tra le dita. In caso di verruche si dovrà immergere la parte in acqua calda, asciugare e applicare una soluzione antiverruche, coprendo il tutto con un cerotto di garza, ripetendo il trattamento ogni giorno. Ci sono sport come il calcio, il basket o il rugby dove i piedi vengono davvero “sfruttati” e tra gli inconvenienti ci sono le vesciche e le unghie nere.
Per le prime sarà utile bucare la bolla con un ago sterile e ripetere l’operazione ogni volta che si riforma, oppure utilizzando cerotti che assorbono il liquido direttamente. Per le unghie nere invece, che si formano con un trauma o per calzature troppo strette, bisognerà fare attenzione in caso di dolore, rivolgendosi ad un podologo, mentre se invece non è dolorosa basterà applicare una pomata antimicotica per evitare il rischio di infezioni da fungo. Fate attenzione anche alle unghie troppo corte che potrebbero fare male e dare problemi. PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI SULLA MAMMA CLICCA QUI