14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

GIORGIO PANARIELLO TORNA IN TV: Panariello non esiste, conferenza stampa di presentazione

  • GIORGIO PANARIELLO TORNA IN TV: Panariello non esiste, conferenza stampa di presentazione
Paneriello svela i segreti del suo nuovo programma - Fai appena in tempo a sederti e a tirare fuori carta e pena che le battute gi? iniziano. Sono taglienti o semplicemente simpatiche e, tra una risate e l'altra, riesci anche a

Paneriello svela i segreti del suo nuovo programma - Fai appena in tempo a sederti e a tirare fuori carta e pena che le battute già iniziano.
Sono taglienti o semplicemente simpatiche e, tra una risate e l'altra, riesci anche a tirare fuori un sorriso speciale, quello che si rivolge ad "un grande artista...
ironico, divertente" andatosene troppo presto, quando proprio non te lo aspettavi (Dalla, ndr). E' il ritorno di Panariello in televisione ed è subito più di uno show. Giorgio entra nello studio cinque di Cinecittà, quello che fu di Fellini e di altri grandi del cinema e non, come un uomo umile ma che allo stesso tempo ha tanta voglia di rivincita: sei anni sono infatti passati da quel Sanremo ma per Giorgio sono solo cinque, "uno ce l'ho messo per riprendermi" ammette.
Prima di iniziare però i saluti sono doverosi, in particolare quelli agli amici che non potranno stare davanti la televisione il 5 marzo: un ricordo va quindi subito a Lucio Dalla, "questo spettacolo mi sentirei di dedicarlo a lui...
qui sarebbe stato benissimo". Finiti i convenevoli iniziali è però arrivato finalmente il momento di parlare del programma vero e proprio e quale inizio migliore del titolo per spiegare agli italiani cosa vedranno nelle quattro prime serate di Canale Cinque: 'Panariello non esiste' non è in effetti solo un modo enigmatico per presentare lo show ma è una vera e propria citazione, che si rifà "ad una frase detta da un bambino per strada alla mamma che, incontrandomi, cercava di far capire al figlio che ero reale anche se in quel momento non ero in tv". Ma oramai è già il momento delle domande della stampa e Panariello non può che attenersi "alla clemenza della corte".
Ma 'la corte' non dimostra di essere poi così in vena di generosità e non mancano allora le domande sulla disgrazia di Sanremo che il padrone di casa (è del resto lui a salire sul palco dicendo "benvenuti a casa mia...
l'ho pensata come una sorta di Moulin Rouge") non esita a definire una "debacle" specificando però che non è tipo da rimanere con le mani in mano: "io sono uno che si organizza [...] non sto ad aspettare [...] ho già in serbo nuovi progetti". Ma intanto bisogna pensare a questo lunedì...
già lunedì, come mai la scelta di questo giorno? Per Mediaset la scelta è stata quasi obbligata essendo la giornata con il maggior bacino d'utenza possibile e Giorgio, dal canto suo, non può che essere grato a Fiorello che "con il suo show ha sperimentato il lunedì [...] voglio ringraziarlo per aver scoperto un giorno nuovo [...] e aver dimostrato che il varietà è ancora un genere che bene o male sopravvive". Questo sarà però certo uno spettacolo diverso da quello di Fiorello, caratterizzato "dall' 80% di Panariello e dal 20% di personaggi" ma anche da una cospicua dose di solidarietà: ogni puntata sarà abbinata infatti ad una iniziativa benefica ('Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze e Apuano di Massa, la comunità Jonathan di Scisciano, campagne per la sicurezza stradale, la Lega Nazionale per la Difesa del Cane) e, di volta in volta, essa sarà in linea con il tema della serata. Ma pensate che solo i temi siano stati svelati? Panariello è stato preso letteralmente da una foga di "spoilerare", per la gioia delle alte sfere Mediaset che non hanno gradito particolarmente: ecco allora spuntare inattesa la lista di tutti gli ospiti e perfino qualche anticipazione. La prima serata, il cui tema sarà "la realtà che supera la fantasia", vedremo Tiziano Ferro, Salemme, Micaela Ramazzotti, James Taylor e alcuni elementi della nazionale italiana di rugby, oltre naturalmente ai medici clown . Quando invece si parlerà di "amore sesso passione" vedremo in scena Laura Pausini, Vanessa Incontrada, Enrico Brignano, Alessandro Preziosi, Joaquín Cortés e infine un momento musicale in cui si intonerà la meravigliosa Balla mia Esmeralda. Quando invece si discuterà dei "nuovi linguaggi" sul palcoscenico si incontreranno esponenti delle nuove e vecchie generazioni tra cui Massimo Ranieri, Rocco Papaleo, Martina Stella e Giuliano Sangiorgi, sciolto per l'occasione dai suoi Negramaro. Per la serata conclusiva non poteva certo mancare Renato Zero oltre a Dolce e Gabbana, Raffaella Carrà, Claudio Baglioni e, impegni permettendo, Biagio Antonacci, tutti riuniti per parlare di "essere e apparire". Tanta musica dunque come si può vedere, inclusa la sigla iniziale che è un omaggio a De Gregori, con la sua La valigia dell'attore, riarrangiata per l'occasione e quella finale, la storica Primo Ottobre di Francesco Nuti. Tutto questo per uno show in cui si spera di portare allegria ma, soprattutto, tanta fantasia: allo scopo di raggiungere un simile traguardo Panariello ha voluto al suo fianco la frizzante Nina Zilli, felice di poter "giocare con Giorgio" come ha tenuto a sottolineare; i due avranno occasione di duettare ma anche di trattare argomenti di un certo spessore, come l'oramai tristemente chiacchierato caso di Avetrana, sul quale Giorgio da subito dice "lasciamo riposare in pace questa ragazza!". Serietà e risate insomma per questo show con il quale Panariello torna sul piccolo schermo, giusto per ricordarci che Panariello, in fondo...
esiste!

Articoli Correlati