20 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

STRISCIA LA NOTIZIA / GIACINTO CANZONA: un bluff su una tragedia

  • 1|
STRISCIA LA NOTIZIA, GIACINTO CANZONA - Ormai ? certo. La notizia della giovane donna che perde il bambino poco dopo il naufragio della Concordia ? tutta una bufala. Alle spalle dello squallido 'bluff' troviamo l'avvocato

STRISCIA LA NOTIZIA, GIACINTO CANZONA - Ormai è certo.
La notizia della giovane donna che perde il bambino poco dopo il naufragio della Concordia è tutta una bufala. Alle spalle dello squallido 'bluff' troviamo l'avvocato Giacinto Canzona, due comparse utilizzate per varie foto e ospitate nei vari programmi tv e un copione (forse scritto dallo stesso avvocato) davvero squallido. Squallido perchè con la messinscena Giacinto Canzona e i suoi "clienti" avevano cercato di farsi pubbblicità su una tragedia chiedendo un risarcimento alla Costa Crociere di un milione di euro. Per fortuna che il tg satirico di Antonio Ricci, Striscia la Notizia, è riuscito a scovare il tutto. Il 4 febbraio esce l'agenzia Ansa che riporta la notizia e immediatamente tutti i siti web e il giorno seguente tutti i giornali riportano il fatto che fa davvero clamore. Si inizia a parlare del caso anche in Tv e da Lorella Cuccarini, oltre all'onnipresente avvocato Canzona, interviene la presunta vittima Cristina che parla telefonicamente con accento romano (nel programma viene mostrata anche una foto delle presunte vittime di questa vicenda che poi si rivelerà falsa). Dopo pochi giorni iniziano le prime stranezze.
A Domenica 5 (intervista non andata in onda proprio per i primi dubbi sulla notizia) ci sono Gabriele e Cristina.
Quando la ragazza inizia a parlare l'accento si trasforma incredibilmente da romano a lombardo e sempre lei non è la stessa persona vista in foto nella trasmissione di Lorella Cuccarini. Striscia La Notizia interviene ed ecco che di qui in poi ci sarà un susseguirsi di notizie che sveleranno il bluff. L'avvocato Giacinto Canzona cerca di difendersi presentando documenti con diverse cancellature (tra cui biglietti del viaggio, carte d'imbarco e cartelle cliniche) che tra l'altro si riveleranno essere di altre persone. Le domande che noi ci poniamo su questa vicenda sono due: la prima è come è possibile farsi pubblicità su una tragedia e la seconda è com'è possibile che una notizia così importante (con protagonisti pcoo credibili) finisca in tv e sui giornali senza essere prima verificata?  

Articoli Correlati
Bellezza
Bellezza