21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

MAKE UP, CORRETTORE: quale scegliere per occhiaie e rossori?

Quanti tipi di correttore esistono? come scegliere? - "Il correttore non copre il problema, semplicemente lo altera in un gioco di colori"... parole d'oro diremmo! Non a caso questa perla di saggezza ? firmata Clio Zammatteo, che

Quanti tipi di correttore esistono? come scegliere? - "Il correttore non copre il problema, semplicemente lo altera in un gioco di colori"...
parole d'oro diremmo! Non a caso questa perla di saggezza è firmata Clio Zammatteo, che forse conoscerete meglio come Cliomakeup: tra i vari capitoli del suo primo libro infatti siamo oggi andate a ripassare quello concernente l'uso del correttore, un prodotto dato per scontato da molte donne che però poi, andando a scavare, si scoprono alquanto ignoranti sull'argomento. La prima cosa da sapere su un correttore è che questo non serve a coprire ma a camuffare appunto: in molte scelgono correttori vicini al colore della loro pelle, scegliendo dunque come se si trattasse di un fondotinta ma in realtà le cose non stanno così.
La scelta del correttore deve infatti essere preceduta da un ripasso della ruota dei colori: già, proprio quella che ci propinavano all'asilo mentre noi ci domandavamo a cosa sarebbe servita...
al tempo del resto non sapevamo chi fosse una make up artist! La ruota è in effetti una sorta di riassunto grafico delle corrispondenze tra colori complementari: esso ci spiega in pratica che se i nostri brufoli sono rossi sarà un correttore verde ad annullarne l'infiammazione e se le nostre occhiaie sono violace ci vorrà un bell'arancione per stemperarne i toni.
In pratica dovremo metterci davanti uno specchio, studiare la sfumatura dell'imperfezione da correggere, cercarla sulla ruota e scegliere un correttore del tono opposto a quellotrovato. Scelto il colore poi non resta che selezionarne la texture: i correttori infatti esistono in forma liquida, cremosa, in polvere o a mo' di matita.
Il primo possiamo consigliarlo a donne over 40 e con una pelle tendente al secco mentre l'ultimo è adatto a chi non conosce rughe e screpolature; la matita invece è perfetta per imperfezioni come i brufoli data la sua consistenza più secca degli altri, mentre il correttore cremoso è senza dubbio una sorta di passepartout. Ora non vi resta che applicare il correttore nelle zone che più vi interessano, ricordando che mai come in questo caso la quantità non fa la qualità: una dose eccessiva di correttore otterrebbe infatti l'effetto opposto a quello desiderato, evidenziando a lungo andare il difetto che invece intendevate nascondere.
Come sempre nel make up la precisione e una buona dose di conoscenze sono la "base trucco" migliore che si possa desiderare! LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’ESSERE MAMMA CLICCANDO QUI! LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA BELLEZZA CLICCANDO QUI! LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLE IDEE REGALO CLICCANDO QUI!

Articoli Correlati