24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Le occhiaie: cause e rimedi

Le occhiaie...fastidiose e antiestetiche! Capita spesso di svegliarsi con gli occhi stanchi, le palpebre gonfie e l?alone scuro delle occhiaie che appesantisce lo sguardo. Le cause fisiologiche delle occhiaie sono

Le occhiaie...fastidiose e antiestetiche! Capita spesso di svegliarsi con gli occhi stanchi, le palpebre gonfie e l’alone scuro delle occhiaie che appesantisce lo sguardo. Le cause fisiologiche delle occhiaie sono molteplici: // cattiva circolazione con fragilità capillare (responsabile del tipico segno scuro sotto gli occhi); disidratazione dei tessuti perioculari; predisposizione familiare; eccessiva esposizione ai raggi solari, che assottiglia la pelle del viso; periodi di stress intenso, associati a poco riposo; eccessi alimentari, di alcolici o abuso di tabacco. In ogni caso, però, l’origine primaria delle occhiaie è legata ad uno stato di intossicazione del metabolismo e ad uno scorretto funzionamento degli organi deputati allo smaltimento delle scorie. La zona di pelle sotto e sopra gli occhi può apparire gonfia e scura quando l’organismo non riesce a smaltire bene le tossine organiche e i liquidi in eccesso.
Ciò si verifica quando l’alimentazione è scorretta e nei periodi di maggiore stress. In questi periodi, infatti, il fegato e i reni, principali organi “emulatori” (deputati all’eliminazione degli scarti metabolici e delle psicotossine), sono soggetti ad un superlavoro: il primo segnale di questo affaticamento si legge intorno agli occhi. Prima di ricorrere alla chirurgia estetica, con interventi di blefaroplastica e depigmentazione, si possono mettere in atto semplici accorgimenti naturali che eliminano le scorie dall’organismo e riducono il cedimento dei tessuti che circondano gli occhi. Per rimediare al problema, fondamentale è riuscire ad analizzarlo.
Mettiti davanti allo specchio: se le tue occhiaie sono gonfie, non troppo scure e i tessuti del contorno occhi tendono a cedere, è necessario disintossicare l’organismo.
Queste manifestazioni, infatti, segnalano che il corpo sta trattenendo liquidi.
Per favorire l’attività dei reni e il drenaggio dei ristagni, a tavola evita o riduci gli insaccati, il sale, lo zucchero bianco e il burro; scegli verdure fresche di stagione, frutta e cereali che stimolano la diuresi e depurano l’intestino; se le tue occhiaie sono incavate e scure, indicano un bisogno di idratazione, indispensabile per eliminare le scorie impregnate nei tessuti.
In questo caso, un ottimo rimedio è fare irrigazioni con acqua marina nel naso tutte le sere prima di andare a dormire: ciò elimina gli eventuali depositi di muco e reidrata il contorno occhi; oppure applica una maschera preparata con un cucchiaio di yogurt intero, uno di olio di mandorle dolci e uno di miele. se le tue occhiaie sono gonfie e secche, ogni sera esegui un massaggio leggero e circolare con un unguento preparato con olio di borragine e olio di ribes (li trovi in erboristeria). Gli arrossamenti oculari, le congiuntiviti, gli orzaioli recidivi, invece, spesso segnalano un’alterata funzionalità del fegato.
In questi casi è utile il collirio a base di fiordaliso, dall’azione astringente e antinfiammatoria: usane 2-3 gocce ogni sera e ogni 2-3 giorni fai un lavaggio completo degli occhi. Sotto forma di tisana il fiordaliso svolge un’azione diuretica: metti in infusione per 5 minuti in una tazza di acqua bollente un cucchiaino di fiori.
Lascia intiepidire e bevi 2-3 tazze al giorno, lontano dai pasti. Rimedio dell’ultimo momento… Se hai un appuntamento importante, ma gli occhi sono cerchiati e stanchi, applica sulle palpebre e sul contorno occhi 2 bustine di tè verde inumidite e messe per mezz’ora nel freezer: provocano una leggera vasocostrizione temporanea, che migliora l’inestetismo. Fonte: www.dietagratis.com

Articoli Correlati