15 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Sakineh condannata: Rischia la pena capitale

  • Sakineh condannata: Rischia la pena capitale
Condanna di Sakineh Dopo che tutto il mondo occidentale si era mobilitato per impedire la sua lapidazione, una doccia fredda arriva a gelare gli entusiasmi di chi credeva che ormai la vita di Sakineh fosse fuori

Condanna di Sakineh Dopo che tutto il mondo occidentale si era mobilitato per impedire la sua lapidazione, una doccia fredda arriva a gelare gli entusiasmi di chi credeva che ormai la vita di Sakineh fosse fuori pericolo. Il procuratore generale dell’Iran, Gholam Hussein Mohsen Ejei, ha annunciato al mondo che la 43enne accusata di adulterio è stata condannata a morte per un altro reato: rischia ora di finire sul patibolo per complicità nell’assassinio del marito. Il problema nasce quindi dal fatto che la pena per omicidio ha preminenza sul reato di adulterio. A lasciare un barlume di speranza è però intervenuto il ministero degli Esteri tramite il portavoce Ramin Mehman-Parast che a proposito dello stato del procedimento penale in corso ha dichiarato: “le procedure legali non sono concluse, un verdetto sarà deciso quando saranno terminate”. Il caso ha comunque innescato un’ondata di critiche e proteste internazionali contro l’Iran, e a questo proposito il procuratore generale ha sottolineato che “la questione non deve essere politicizzata: il potere giudiziario non si può lasciare influenzare dalla campagna di propaganda avviata in Occidente”.
Il figlio di Sakineh, Sajjad Ghaderzadeh, ha lanciato un appello proprio all’Italia: “Chiediamo alle autorità italiane di intervenire e aiutarci"

Articoli Correlati