16 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

KEIRA KNIGHTLY: "Ecco perché ho deciso di spogliarmi"

  • KEIRA KNIGHTLY: "Ecco perché ho deciso di spogliarmi"
KEIRA KNIGHTLY SI ?GIUSTIFICA? - La bella attrice?Keira Knightley in questi giorni torna al cinema con??A Dangerous Method?, pellicola che si concentra sui rapporti tra lo psichiatra Carl Jung (Michael Fassbender), il suo mentore

KEIRA KNIGHTLY SI ‘GIUSTIFICA’ - La bella attrice Keira Knightley in questi giorni torna al cinema con “A Dangerous Method”, pellicola che si concentra sui rapporti tra lo psichiatra Carl Jung (Michael Fassbender), il suo mentore Sigmund Freud (Viggo Mortensen) e Sabina, una giovane donna molto tormentata ( appunto Keira Knightley).
Per il rulo di Sabina che ha dovuto interpretare, l’attrice è stata ‘costretta’ a spogliarsi, per esigenze di copione ovviamente.
Intervistata da “The Hollywood Reporter” la bella Keira ha raccontato alcuni retroscena davvero inediti, primo tra tutti il fatto che abbia bevuto una vodka doppia prima del ciak più impegnativo.
“Quando ho letto la sceneggiatura ho pensato che fosse davvero affascinante e avevo molta voglia di lavorare con David Cronenberg, ma ho anche visto che c'erano almeno due scene molto crude, e ho subito pensato che io non fossi in grado di interpretarle” , ha detto l'attrice. Ad “A” di questa settimana, invece, la Knightley parla del nudo: “All’inizio avevo rifiutato: non me la sentivo di affrontare il nudo”.
Ma dopo essersi documentata sulla vita intensa della protagonista e aver parlato con il regista Keira ha deciso di accettare.
Ricordandosi di quel momento dice: “A quel punto mi sono 'buttata', cercando di leggere e di vedere tutto quello che resta di lei, dei suoi scritti, della sua vita finita tragicamente”.
E poi ha anche ammesso: “Nelle settimane in cui sono stata Sabina la mia sessualità coincideva con la sua”.
Parlando invece della masturbazione l'attrice racconta: “Le donne all’epoca in cui si ambienta il film si masturbavano molto, perché non potevano vivere altrimenti il proprio desiderio erotico .
E io ripeto anche quei gesti, così 'particolari'”.

Articoli Correlati