25 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

PIERO MARRAZZO racconta i fatti di Via Gradoli

PIERO MARRAZZO SPIEGA COME E' FINITO A VIA GRADOLI CON TRANS E COCAINA - Sono passati due anni dalla notte in cui i riflettori si accesero su Via Gradoli, i trans, la cocaina e Piero Marrazzo: l'ex governatore della Regione Lazio

PIERO MARRAZZO SPIEGA COME E' FINITO A VIA GRADOLI CON TRANS E COCAINA - Sono passati due anni dalla notte in cui i riflettori si accesero su Via Gradoli, i trans, la cocaina e Piero Marrazzo: l'ex governatore della Regione Lazio decide oggi di ripercorrere la strada che lo ha portato verso il crollo della sua carriera politica e della sua vita familiare. Il tempo oramai è passato e così raccontare passo passo la strada verso Via Gradoli sembra più fattibile ma non per forza più facile.
In un’intervista rilasciata a Concita De Gregorio e pubblicata da Repubblica, Marrazzo descrive così il perchè della scelta di rivolgersi alla prostituzione: “Una prostituta è molto rassicurante.
E’ una presenza accogliente che non giudica.
I transessuali sono delle donne all’ennesima potenza (de gustibus ndr).
Mi sono avvicinato per questo a loro”.
Infatti la scelta dei transessuali non è affatto casuale: “Io non sono omosessuale.
Dai transessuali cercavo un sollievo legato alla loro sessualità.
Il fatto che abbiano attributi maschili è irrilevante nel rapporto, almeno nel mio caso.
Non importa, non c’è scambio su quel piano”. Ma se con un poco di comprensione si può capire lo scivolone privato, difficile risulta comprendere la scelta di coinvolgervi l'auto blu: “E’ vero.
E’ stata in molti anni la prima volta che è successo.
Avevo sempre usato la mia macchina.
Quel giorno ero confuso, stanco, ho avuto l’impulso di andare lì subito.
Un impulso, un errore grave”. Forse "irrefrenabile" è stata poi anche la scelta di imboccare, pur se di sfuggita, la via della droga: “Non faccio uso di droghe.
Mi sarà successo tre o quattro volte nella vita, a distanza di molti anni.
Da ragazzo un paio.
Un paio da adulto.
(…) Quel giorno è successo: anche in questo ho sbagliato.
Penso al messaggio devastante che ho mandato, soprattutto ai più giovani”. Quel che è certo è che seppur molta acqua è da allora passata sotto i ponti alcune ferite, soprattutto nel privato, sono più difficili da rimarginarsi e forse non guariranno mai del tutto: come si spiega ad una bambina di dieci anni che il padre è finito in un festino a base di cocaina e prostituzione? A lei e al resto della famiglia la motivazione stress di sicuro non basterà e forse neanche a molti Italiani. LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI BENESSERE CLICCANDO QUI! LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI VIAGGIO CLICCANDO QUI! LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI CUCINA CLICCANDO QUI!

Articoli Correlati